Merighetti, niente operazione. Futuro in Finanza

Tanta fisioterapia per Dada, che eviterà di tornare per l'ennesima volta sotto i ferri. E lavorerà per la Guardia di Finanza. Sul prossimo numero cartaceo di Race Ski Magazine troverete proprio un'intervista celebrativa alla simpatica atleta bresciana, così come sarà omaggiato anche Max Blardone

0
La tuta da Leonessa per Daniela Merighetti, al centro. Attorno, da sinistra in senso orario, Elena Fanchini, Stuffer, Curtoni, Brignone, Nadia Fanchini, Goggia, Marsaglia e Schnarf @FISI/Pentaphoto

C’era anche lei alla Fiera Prowinter, a Bolzano, dopo aver festeggiato qualche giorno fa l’addio ufficiale alle gare nella sua amata Brescia, alla presenza anche di Nadia, Elena e Sabrina Fanchini. La carriera, con una vittoria e sei podi in Coppa del Mondo in tre specialità diverese, si è chiusa alle recenti Finali con la caduta di St. Moritz, in discesa, ma per fortuna Daniela Merighetti non dovrà sottoporsi a operazione chirurgica, come inizialmente ipotizzato.

FUTURO – «Il legamento crociato anteriore del ginocchio destro non è rotto e tra l’altro mi fa più male il ginocchio sinistro», scherza la simpatica Daniela, che si sottopone a tante sedute di fisioterapia e fra poco si concederà una meritata vacanza al mare, probabilmente con qualche compagna di squadra. Intanto le idee per il futuro, almeno prossimo, sono chiare: «Resterò in Guardia di Finanza, ho chiesto il trasferimento vicino a casa, vedremo poi dove mi assegneranno. Sci? Mi piacerebbe comunque fare qualcosa per i bambini, ci penserò». Le strappiamo una battuta anche su Matteo Guadagnini, neo dt femminile: «L’ho scoperto qui a Prowinter, davvero non lo sapevo. Lo conosco, è molto bravo. Farà bene»

Sull’ultimo numero cartaceo di Race Ski Magazine, in uscita in questi giorni, ci sarà un omaggio a Daniela e anche a Max Blardone…