Melania Corradini, superG d'argento

0
86

Ancora soddisfazioni per lo sci azzurro alle Paralimpiadi

Ancora un bel sole su Creekside per il superG delle Paralimpiadi, che ha regalato la terza magnifica medaglia all’Italia nello sci alpino. Melania Corradini, infatti, dopo il quarto posto della discesa libera, ha disputato una grande gara nella categoria standing, ‘inchinandosi’ solamente a sua maestà Lauren Woolstencroft e prendendosi la rivincita sulla tedesca Andrea Rothfuss che il giorno prima l’aveva esclusa dal podio per soli 12 centesimi. Sono andate meno bene le cose nei visually impaired, dove i nostri Tom & Jerry non sono andati oltre il settimo posto nella gara vinta dal francese Nicols Berejny davanti ai due slovacchi Jakub Krako e Miroslav Haraus. Nella stesa categoria, tra le donne ha vinto la slovacca Henrieta Farkasova davanti alla canadese Viviane Forest e all’altra slovacca Kuliskova. Negli standing maschile terzo oro consecutivo per il tedesco Gerd Schoenfelder (ventunesima medaglia paralimpica in carriera), che ha preceduto il francese Gauthier-Manuel e l’austriaco Mandl. Il nostro Christian Lanthaler ha concluso in diciannovesima posizione. Infine la categoria sitting, come al solito altamente spettacolare. Nelle donne vittoria austriaca con Claudia Loesch, davanti alla statunitense Nichols e alla tedesca Schaffelhuber. La nostra Daila Dameno, medaglia a Torino 2006, ha concluso in settima e ultima posizione. Tra gli uomini una grandissima discesa ha permesso al giapponese Akira Kano di superare il favoritissimo tedesco Martin Braxenthaler. Terzo ancora un giapponese, Taiki Morii. Oggi la supercombinata conclude il programma dello sci alpino: Dal Maistro e la Corradini ci riprovano.

Articolo precedenteTerzo oro per Lauren Woolstencroft, Corradini quarta
Articolo successivoTom & Jerry Show!
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...