Marsaglia, Elena Curtoni e Goggia tornano sugli sci

Tre azzurre rimettono gli attrezzi del mestiere sul più grande ghiacciaio austriaco tanto per riprendere confidenza

0

Settimana prossima primo raduno a Stubai

È tempo di tornare sugli sci per tre polivalenti azzurre, tanto per “riassaggiare” la neve. Dai primi giorni di settimana prossima, agli ordini di Alberto Ghezze, responsabile del gruppo velocità, assieme ai tecnici Viale e Scolari e con due ski-man, raggiungeranno il più grande comprensorio sciistico dell’Austria con neve garantita, ovvero il Ghiacciaio dello Stubai, in Tirolo, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia e Sofia Goggia. La bergamasca, operata lo scorso 11 dicembre per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio sinistro, ha completato la riabilitazione e i recenti test effettuati con la Commissione Medica hanno dato il definitivo via libera a riprendere la preparazione al 100%, usando semplicemente le precauzioni del caso.

LA PAROLA A GHEZZE – «Allenamento in campo libero per Sofia – ci dice Alberto Ghezze – che poi ovviamente andrà gestita con più riposi; pali nani, ciuffetti, più tante altre cose per le altre due ragazze, magari con tracciature diverse, sci da slalom dentro porte da gigante ecc. ecc. Sempre e assolutamente con i pali, però, perché le gare sono con quelli e noi dobbiamo lavorare di conseguenza, facendo in modo che il tempismo rimanga una componente importante».

IL PROGRAMMA DI ALLENAMENTO – Le ragazze si fermeranno in Austria quattro giorni: «Cominciamo con loro tre, Sofia, Elena e Francesca, anche perché scieranno pure in gigante; le altre discesiste non devono preparare Solden e poi sono atlete più esperte, cui, secondo me, non servono 70 giorni di sci. Ne bastano 30/40, ben fatti» conclude il tecnico cortinese. Il successivo ritiro sugli sci sarà a luglio, a Les Deux Alpes.

//

Articolo precedenteMikaela Shiffrin si allena a Loveland
Articolo successivoSofia Goggia, ritorno sugli sci dopo sei mesi
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine