Marlies non delude, ma e' la Shiffrin a sorprendere

3
2999

A Lienz ancora la Schild, terza la sedicenne statunitense

Quattro su quattro a Lienz, in terra austriaca. Marlies Schild ha annichilito la concorrenza in slalom con l’ennesima vittoria stagionale tra le porte strette ma oggi la gara è stata combattuta, con una seconda manche nella quale Tina Maze ha dato tutto e, soprattutto, con l’entrata in scena prepotente della ‘ragazzina terribile’ Mikaela Shiffrin: sedici anni, pettorale n. 40, la statunitense, dopo un già ottimo dodicesimo posto nella prima manche, è arrivata terza, fermando il cronometro sul miglior tempo della seconda frazione, con una prestazione pazzesca. Che sia lei l’anti-Schild? È presto per dirlo, ma Mikaela ha impressionato per l’impostazione tecnica e la sicurezza da veterana che ha dimostrato. Un applauso anche per Manuela Moelgg, alla fine sesta; un sesto posto che vale come un podio considerando le vicende degli ultimi giorni (dolori intercostali che hanno richiesto anche accertamenti ospedalieri) e il mal di schiena che la perseguita da fine stagione. Male, invece, il resto della squadra azzurra, tutta fuori dalle trenta. Così la classifica finale delle prime dieci: Marlies Schild, Tina Maze (a 79 centesimi), Mikaela Shiffrin, Christina Geiger, Kathrin Zettel, Manuela Moelgg, Maria Pietilae-Holmner, Veronika Zuzulova, Maria Hoefl-Riesch, Mikaela Kirchgasser.

3 COMMENTI

  1. Beh comunque tu ridi ma queste cose bisognerebbe studiarle e non guardare solo il proprio orticello……ok brava…..ma non penso che negli USA ci siano allenatori con la bacchetta magica……il problema è che bisogna crederci e lavorare sodo!…..non balle…..

  2. De winch ma ti rendi conto ..in 2 stagioni scarse dal podio di Panarotta a quello di …lienz .
    Sticaxxi.. alla faccia di quelli che " c'è tempo, bisogna fare con calma ,bisogna andare forte dopo , ecc. ecc..
    La shiffrin ha usato più il detto " se sei incerto tieni aperto! ahahahahhaha
    ciao ciao
    e buone feste