Maribor, guida Fenninger. Grande Italia

0

Terza Brignone, quinta Nadia Fanchini. Otto azzurre qualificate

Anna Fenninger ricomincia da dove aveva terminato, cioè volando ancora davanti a tutte, per ora a metà gara, in gigante, fresca del titolo iridato, e provando a riaprire il discorso per la Coppa del Mondo generale, impresa difficile, non impossibile. La salisburghese, con la sua sciata leggere, è perfetta sulla Pohorje 2 di Maribor, almeno nella prima parte, poi lascia qualcosa alle avversarie (tante e tutte vicine) nella zona di raccordo tra piano e ripido, ma riguadagna nella zona finale, tutta in pendenza. Morale: è lei a guidare la prima manche del quinto gigante di Coppa del Mondo donne (finora quattro vincitrici diverse, Mondiali a parte, tra Soelden, Aspen, Aare e Kuehtai), con il tempo di 1’16’’62.  

GARA – Pista non difficile, ma ricca di insidie, nel caso specifico i dossi: due nelle parte alta, uno traditore, in fondo, che è costato la gara a tre atlete bravissime fin lì, ovvero Gagnon, Maze e Kirchgasser. A Maribor, nel nord-est della Slovenia, quasi 300m sul livello del mare, la giornata è splendida per una gara di sci, temperature non troppo alte, ma neve compatta, dura, lavorata benissimo da organizzatori che sanno come si fa nella tappa con più tradizione della Coppa del Mondo al femminile. Attese 40.000 persone festanti per Tina Maze, purtroppo out, come detto, a poche porte dal traguardo, dopo una manche comunque non brillantissima. Dietro Fenninger, ecco la vice-iridata in carica, Rebensburg, a tre centesimi, e poi la coppia Brignone-Shiffrin, con l’azzurra molto brava, scesa con pettorale 14 e capace di recuperare in fondo a tutte. Quinta Nadia Fanchini, a 71 centesimi e a mezzo secondo dal podio, poi, dal 6° al 9° posto, ecco Zetttel, Weirather, Mowinckel e un’ottima Baud. 

AZZURRRE – Azzurre galvanizzate e con orgoglio, come vorremmo vederle sempre: otto su dieci in gara qualificate alla seconda manche. Decima Irene Curtoni a 10’’98, undicesima Marsaglia, 12esima Moelgg, 13esima Bassino, davanti a Gut e Hansdotter. Ventiquattresima Nicole Agnelli, 30esima Sabrina Fanchini. Non qualificate Elena Curtoni, 45esima a 3’’28, e una brava Valentina Cillara Rossi, genovese, 20 anni, all’esordio nel circuito, 40esima a 2’’74, ovvero a 7 decimi dalla qualificazione alla seconda prova. Seconda manche ore 13.15, diretta su RaiSport e Eurosport2.  
 
 

 

Articolo precedenteCoppa Europa, secondo slalom a Feierabend
Articolo successivoCoppa Europa, Riccardo Tonetti vince a Jaun
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine