Maria Hoefl-Riesch commentatrice per ARD

0

La campionessa tedesca: 'Una nuova grande sfida per me'

Da atleta a commentatrice tecnica. Un passo che fanno/faranno  in molte ex sciatrici, ma certo sentire le analisi in gara di una fuoriclasse, nonché splendida persona, come Maria Hoefl-Riesch, classe ’84, tre ori olimpici, due mondiali, una Coppa assoluta, 81 podi e 27 vittorie nel circuito, potrebbe essere qualcosa di veramente unico. 

NOVITA’ – Maria si rimette subito in gioco, dunque, dopo il ritiro dalle competizioni annunciato immediatamente al termine dell’ultima stagione agonistica, anche a causa della caduta patita in discesa alle Finali di Lenzerheide del marzo scorso. Sarà commentatrice per le gare di sci alpino nella prossima annata, sulla tv pubblica tedesca ARD Da Erste, affiancando Julia Sharp e Markus Othmer. 

SODDISFAZIONE
–  «Sono molto felice per questo nuovo incarico – ha detto Maria -, è una nuova grande sfida che accetto. Conosco quasi tutto dello sci, ma in realtà ho molto da imparare in questo campo. Sarà interessante seguire le gare da un’altra prospettiva e cercheremo di realizzare qualcosa di carino ‘dietro le quinte’, perché il nostro sport in realtà è molto di più che un semplice ‘movimento’, breve, sulla pista di gara». 

PROGRAMMA – Debutterà per le gare veloci in Val d’Isere, 19-21 dicembre, e naturalmente sarà presente anche per i Mondiali di Vail (2-15 febbraio 2015).     

 
Articolo precedenteQuali sono i nove azzurri per Soelden?
Articolo successivoSoelden per nove azzurre?
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine