Mancuso, in Austria per un podio

0
441

La statunitense non vuole fare la comparsa sul Rettenbach

«Voglio dare tutto e cercare la vittoria o il podio piuttosto che fare due buone manche, come succedeva l’anno scorso», è questo quello che ha dichiarato Julia Mancuso all’Associated Press prima dell’opening di Sölden. La statunitense, che ha passato l’estate tra le Havaii e Squaw Valley, dove ha aperto una palestra, si è concessa anche una vacanza a Roma con Chemmy Alcott e una visita a Monaco per il matrimonio del Principe Alberto. Allenamento sulla neve in Cile e Nuova Zelanda. L’obiettivo di Julia, oltre alla progressione in discesa e superG, è proprio quello di migliorare in gigante e Sölden sarà il primo banco di prova. Julia, invece, salterà Levi. La scelta di non gareggiare in slalom viene approvata da Alex Hoedlmoser, head coach delle statunitensi: «Una decisione intelligente, è forte in gigante, vuole tornare alla grande in questa disciplina, e nelle gare veloci e combinate, mi aspetto molto da lei». La Mancuso ha anche annunciato che correrà almeno fino al 2015, quando Vail ospiterà i Mondiali.

Articolo precedenteSoelden, in allenamento avanti la Brignone
Articolo successivoIl Team Uvex pronto al via
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.