Malagò: “Buono il lavoro della FISI sul bilancio”

Il presidente CONI ha incontrato Roda anche sul tema Cortina 2021

16

Il presidente del CONI Giovanni Malagò ha incontrato il numero uno della FISI Flavio Roda oggi nella sede di via Piranesi. Fra i temi all’ordine del giorno il Mondiale di Cortina del 2021 e la delicata questione del bilancio appena approvato.

IL SOSTEGNO DI MALAGO’ – Ecco cosa ha affermato Malagò: «Con Roda abbiamo iniziato a pianificare i prossimi passi relativi al comitato organizzatore dei Mondiali di Cortina 2021. Si tratterà di un evento fondamentale per lo sviluppo di tutto il movimento dello sci alpino e degli sport invernali in generale. Abbiamo previsto per lunedì 20 un incontro con il governatore del Veneto Luca Zaia e con tutti gli amministratori locali, nel frattempo proseguiamo nella preparazione di tutti gli elementi utili al caso». Inoltre il presidente CONI ha affrontato il tema del bilancio: «Con il segretario generale Roberto Fabbricini abbiamo anche verificato lo stato dell’arte delle discipline della FISI, verificando gli impegni presi e osservando il buon lavoro svolto dalla federazione riguardo il bilancio che ha richiesto indubbi sacrifici ma ottimi risultati e che porteremo per approvazione in Giunta».

SERENITA’ RODA – Ha poi affermato Flavio Roda: «Il CONI in questo momento è di grande supporto per la nostra federazione. Il suo sostegno ci consentirà di vivere un futuro più sereno, permettendoci di concentrare ulteriormente le nostre forze sull’attività sportiva».

16 COMMENTI

  1. Non addolcirmi! Ho conservato tutta la tua corrispondenza e materiale per deferirti almeno alla procura federale ne avrei a iosa… potrei anche utilizzarla per un bel giudzio di risarcimento danni, ma purtroppo non so chi tu sia, anche se immagino quali siano invece le tue frequentazioni abituali. Quindi stai senza pensieri, ed attento a non tradire la tua identità…

  2. @zano, la risposta è: -1.000 da perdita su tesseramento e – 1.200 da cause giudiziarie perse e sopravvenienze passive per insussitenza di crediti (inesigibilità) esistenti fra le attività dello stato patrimoniale. In parole povere se la svalutazione dei crediti inesigibili e le cause giiudiziarie perse non sono responsabilità dirette di Roda (ma di tutti i consiglieri quelli sì, come giustamente ricordato da Invadente. Compreso il buon vecchio Ghilardi!), sulla scelta del tesseramento quello gli spetta di diritto. Un esperimento che in pratica ha contribuito da solo al 45% della perdita di esercizio. Per chiarire meglio la questione i tesserati sono rimasti uguali, sono diminuite le entrate perché la tessera costava di meno… facile, no?
    @graf, cambia gli occhiali per la lettura ogni tanto, così magari riesci a leggere meglio ciò che scrivo! Se solo non fossi così pusillanime da nasconderti dietro a quel nickname ti avrei già querelato da tempo…

  3. E' inutile scriverlo Graf, sono sempre gli stessi! Troppo facile ora dare tutte le colpe a Morzenti, tutti i consiglieri attuali ad eccezione di Beretta erano nel consiglio precedente e tutti i bilanci sono stati approvati all'unanimità. Lo stesso Roda era ben presente e non ha mai fiatato, anzi mi sembra che i voti della sua elezione arrivino dalla stessa base elettorale morzentiana…

  4. Scusate la domanda ingenua … ma l'incremento della perdita ( da -270 a -2.200 ) è da imputarsi allo sconto tessera Fisi ( -1.000) e a che cos'altro visto che mi risulta che la spesa per l'attività agonistica è scesa ?

  5. Il vero salva-Fisi salva-Roda, come si evince anche dalle parole di Malagò, sono i diritti televisivi di Cortina 2021 che la FIS elargisce ai Paesi organizzatori nei quattro anni precedenti all'evento. Soldi che dovrebbero servire ad aumentare la competitività sportiva del Paese ospitante, ma che in questo caso serviranno a tappare i buchi. Contributi che arrivano anche al comitato regionale organizzatore…così si capisce anche perché Roda è stato eletto.

  6. Naturalmente questo è solo uno degli aspetti che emergono dalla lettura del bilancio 2013. Di quello del 2014 dobbiamo ancora vedere per capire a fondo. Comunque il bilancio 2013 chiude con una Perdita di € 2.175.525,00 a fronte di una Perdita nel 2012 pari ad € 275.507,00. Entrambi i due bilanci appartengono alla gestione Roda. Durante il Commissariamento la FISI chiudeva nel 2011 in Utile per € 299.084,00 e nell'ultimo anno della gestione Morzenti il bilancio si era chiuso con un altro Utile pari ad € 303.114,00. Che Roda non sia stato un Presidente finanziariamente fortunato, ce lo dicono i numeri nella loro crudezza.

  7. Zano è una vera tragedia contabile e manageriale. Non faccio battute e lo dovresti sapere bene, visto che mi leggi spesso su questi argomenti. Che nella passata gestione (Morzenti e Commissariamento) vi fossero in pancia al bilancio poste denominati crediti ed altre denominati debiti (rispettivamente all'attivo ed al passivo dello stato patrimoniale) che però fossero ormai privi di fondamento è storia risaputa e ti invito a rileggere l'ottimi articolo di Race sul primo numero di ottobre 2014 in proposito. Tuttavia a Roda si può ben imputare l'improvvida decisione di abbassare il prezzo di acquisto della tessera (esperimento fatto nella campagna tesseramenti 2013/2014 e ripetuta anche per l'ultima stagione 2014/15 solo per gli under 10). Decisione che rappresentava una scommessa… secondo cui ad un'abbassamento del costo tessera si cercava di rendere più appetibile l'acquisto della stessa con la speranza di aumentare il numero dei soci FISI… di fatto la cosa si è tramutata solo in uno sconto alle piccole società che fanno fatica a vendere il numero minimo di tessere (35 n.d.r.) che poi è rappresentativo del costo annuale di riaffiliazione alla FISI. Ora dati alla mano un Presidente lungimirante alla luce del pessimo risultato desunto dal bilancio consuntivo 2013 in cui alla voce del conto economico "Ricavi da tesseramento" vede una diminuzione del ricavato pari ad € 998.000 (parente ad un milione!!!) rispetto all'anno precedente, con nessun incremento dei tesserati, avrebbe dovuto prendere atto che la scommessa era persa e togliere di mezzo questa cosa nella campagna tesseramenti successiva. Invece…. si è perseverato mantenendo "lo sconto" sulle singole tessere emesse agli under 10 (15euro in luogo del prezzo pieno a 25,00), raccontandoci che era il concreto aiuto del Consiglio Federale alle famiglie per contenere i costi… Solo una persona molto ingenua poteva credere a questa storiella e soprattutto solo una persona molto impreparata poteva escogitare un rimedio peggiore dello strappo; visto che la stragrande maggioranza dei tesserati FISI è costituita da bambini agonisti e preagonisti (guardatevi i numeri delle selezioni del trofeo giovanissimi per rendervene conto e se non siete ancora convinti chiedetevi perché il Trofeo Pinocchio nelle ultime due stagioni ha aperto la parteciapzione nazionale anche alla categoria Baby) di cui la fetta più larga è costituita proprio dagli under 11… ecco che si è prodotto l'ennesimo buco e non solo nell'acqua… Anche se masticate poco le logiche di marketing o di economia aziendale, potete comprendere abbastanza agevolmente che questi "esperimenti" dilettantistici ci fanno molto male…

  8. Dal sito FISI: anno 2012 (commissariamento) perdita di 406.163,oggi sembrerebbe perdita di 4.263.176. Solo qualche 0 in più…ma dalle parole di Malagò è in atto una virtuosissima pulizia di bilancio. Quindi Roda santo subito!

  9. Enrico fammi capire … le perdite di bilancio quanto erano prima di Roda … e durante Roda. Questo ci permetterebbe di capire quanto è stato virtuoso e se ha colpe riguardanti la scarsa disponibilità di mezzi di oggi.