Magoni: 'Raduno efficace a Hintertux'

0

Fra una settimana le gigantiste proveranno la pista di gara a Soelden

E adesso è tempo di pensare solo ed esclusivamente alle gare, quindi di lavorare sui dettagli. Il periodo di allenamenti pre-stagionali si è praticamente concluso per slalomiste e gigantiste, dopo il raduno a Hintertux, in Austria. Ecco il bilancio del responsabile del Team, Livio Magoni. 

SOELDEN – «Ritiro importante, l’ultimo dedicato agli allenamenti prima di Soelden – dice il tecnico bergamasco -: da ora in poi dedicheremo i raduni alla preparazione delle gare. Programma cambiato rispetto a quello originale: in teoria erano previsti  4 giorni di sci, poi due di riposo, infine altre 5 giornate sulla neve. Nei fatti abbiamo effettuato 8 giorni consecutivi dopo averne perso uno causa neve ‘pericolosa’ e pessime condizioni meteo. Scelta azzeccata perché in seguito abbiamo trovato condizioni perfette per l’allenamento». 

QUANTITA’ E QUALITA’ – «Fondamentale quindi prestare molta attenzione alla quantità del lavoro, diminuendo i numeri delle prove e soprattutto concentrandosi sulla qualità dell’allenamento, nel finale: per esempio simulando gare da due manche con ricognizione e prove degli uomini in partenza e in pista». 

CONFRONTI
–  «Le ragazze si sono anche ‘testate’ con la squadra tedesca di Coppa del Mondo, quindi Rebensburg, Hoesl e compagne, in modo tale da dare loro anche un po’ di’ gas e sprint’. Il lavoro è stato svolto su tre discipline spaziando su diverse piste a disposizione e variando al massimo i terreni». 

CONDIZIONE – «Le ragazze stanno bene, solo Nicole Agnelli ha preso un gran botta a un mano, ma ha eseguito subito una lastra che ha escluso guai; Nadia Fanchini ha saltato un giorno per non affaticare troppo ginocchia e fisico». 

FUTURO
– «Dal 16 al 18 ottobre andremo tutti a Soelden a provare la pita di gara e quindi lavoreremo sempre sulla qualità; per lo slalom, c’è un programma un raduno dal 23 al 27 ottobre, ancora sul Rettenbach, per preparare Levi».

 
 
 
 

Articolo precedenteQuattro giorni di slalom per la C maschile
Articolo successivoQuali sono i nove azzurri per Soelden?
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine