Lussarissimo a Dalmasso e Stocco

0
533

Centocinquanta iscritti nella seconda tappa Vist Italian Ranking

Sorpresa al Lussarissimo, il parallelo più lungo del mondo che si è disputato oggi sulla pista Di Prampero del Lussari (Ud). Ad aggiudicarsi la vittoria finale, infatti, è stato Pietro Dalmasso, dello Ski College Falcade, che ha beffato i due vincitori storici della gara, Francesco Veluscek e Stefan Lussnig, rispettivamente secondo e terzo. Dalmasso ha chiuso con il tempo di 2′.50".58, rifilando 5 centesimi a Francesco Veluscek e 2 secondi e un centesimo a Stefan Lussnig. Tra le donne primo posto per Vanessa Stocco (3′.02".66), davanti a Lisa Del Negro (3′.10".30) e Manuela Sinigoi (3.17.38). La pista di gara si presentava in ottime condizioni nonostante le temperature elevate ed era leggermente più veloce dell’anno scorso, con una tracciatura che prevedeva qualche porta in meno (98 in totale) rispetto alla passata edizione. Al via 150 concorrenti, tutti contenti di essere arrivati in fondo perché a Lussarissimo – quattro chilometri che sembrano non finire mai – arrivare è già una vittoria. Al traguardo grande festa con pesce offerto dalla Cooperativa Pescatori di Grado, abbigliamento Ferrino, sci Elan in prova, esposizione auto Völkswagen della concessionaria IOB Silvano che ha anche brandizzato una vettura con il logo di Lussarissimo. Tra gli altri sponsor della manifestazione la casa vinicola Bortolotti che ha messo in palio delle bottiglie di prosecco, il prosciutto Principe, le giacche Hyra, fornite all’organizzazione e ad alcuni dei vincitori e Atomic, che ha messo in palio un paio di sci. Ai primi assoluti un assegno della Cassa di Risparmio FVG e alcuni soggiorni alla Tenuta Primiero di Grado, viaggi in Calabria con ICI International, e all’hotel Miramonti nel Parco Nazionale del Gran Sasso. Lussarissimo valeva anche come seconda prova del Vist Italian Ranking, circuito di gare organizzato dalla rivista Race ski magazine, che comprende anche la Peak to Creek di Bormio (So), la Gardenissima di Selva Valgardena (Bz), la 2 Horn Cup di Passo Oclini (Bz) e il Supergrosté di Madonna di Campiglio (Tn). Premio speciale per Alessandro Piccoli che è stato il concorrente con il tempo più vicino al vice-direttore della rivista Race e ha vinto un prosciutto di San Daniele firmato Principe. Tadej Pivk si è invece aggiudicato la gara sprint di scialpinismo di ieri sera con il tempo di 4′.13".13 davanti a Paolo Melzinger e a Marco Del Missier. La gara Sprint, disputata quest’anno per la prima volta, è stata particolarmente spettacolare, con partenza alle 18,30 e diverse batterie che prevedevano una salita con le pelli, un tratto con gli sci sullo zaino e una discesa tra le porte. A Pivk anche la scialpinistica (36′.34”.38) davanti a Niklas Kroehn (39′.18".03) e Alessandro Piccoli (39′.33".68) e la Up & Down (che somma il tempo della salita a dieci volte il tempo della discesa). La vincitrice della combinata femminile, invece, è Dimitra Thoecharis. Appuntamento al Lussarissimo 2013.

Articolo precedentePeccato
Articolo successivoLa Coppa dei 'paperoni'
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.