LIVE – Ultime curve per il corso maestri della Valle d’Aosta

A Cervinia settimane intense di formazione. Il 42° corso ha quasi finito, il 43° ha appena iniziato il percorso insieme agli Istruttori Nazionali

1
maestri
Il 43° corso di formazione della Valle d'Aosta

Sulle nevi Cervinia-Zermatt proseguono senza sosta anche i corsi di formazione per gli Aspiranti maestri di sci alpino della Valle d’Aosta. Sabato scorso si è chiuso il terzo modulo del 43° corso di formazione di sci alpino. Una settimana sul ghiacciaio svizzero nella quale gli Istruttori Nazionali, coordinati dal direttore tecnico Silvio Guedoz, hanno portato avanti un lavoro proficuo. Oggi invece si concluderà l’ultimo modulo sulla neve del 42° corso, ora pausa, poi il ripasso e gli esami finali che si svolgeranno in autunno in Francia, a Tignes.

Nei giorni scorsi, sempre a Cervinia, sono state consegnate le giacche agli Aspiranti maestri. Un capo che richiama in parte le divise dei professionisti e che identificano da lontano gli allievi che frequentano il corso di formazione. Un simbolo fortemente voluto dall’AVMS e fornito dalla stessa Associazione grazie anche al supporto di Banco Popolare di Novara e AIG Assicurazioni.

«Siamo soddisfatti del lavoro che stanno portando avanti i futuri maestri di sci – dice Beppe Cuc -. Le condizioni sul ghiacciaio sono buone e si lavora bene. Ora ci avviciniamo al periodo teorico: un mese dedicato agli aspetti culturali/turistici della Valle d’Aosta perché oggi il professionista della neve deve essere formato a 360°. Un mese ad Aosta con esami finali dove si spazierà dalla geografia alla deontologia, dalla storia dello sci agli aspetti fiscali».

1 COMMENTO

  1. “Un simbolo fortemente voluto dall’AVMS e fornito dalla stessa Associazione grazie anche al supporto di Banco Popolare di Novara e AIG Assicurazioni” . Questo significa che le divise del corso sono state fornite gratuitamente,o,quanto meno,nel “pacchetto” del costo del corso stesso?