LIVE – Deville: «Non mollo, ho ancora tanta voglia»

STELVIO - Ecco nel video Cristian Devile che si allena ancora in forza alle Fiamme Gialle

3

Neve invernale sul ghiacciaio dello Stelvio e così, questa mattina, in azione ecco anche i ragazzi delle Fiamme Gialle impegnati in slalom sotto lo sguardo vigile degli allenatori Loris Donei e Roberto Fontanive. In pista sulla parte più ripida del Payer ecco, con Stefano Baruffaldi e Alex Hofer, il sempiterno fassano Cristian Deville. Dopo una primavera a riflettere sul suo futuro, il già vincitore di Kitzbuehel, ha deciso di continuare a gareggiare. Lo abbiamo incontrato al termine dell’ultimo giro e nel video ci ha detto che…

3 COMMENTI

  1. Concordo pienamente con la tua disamina. Devi essere al posto giusto,nel momento giusto. Tempo addietro discutevo con un allenatore sull’opportunità,per un atleta junior con punti discreti ma non eccelsi,di andare in giro a far FIS oltre alle NJR. Il suo parere: se vai a farne una è improbabile che serva;se però hai tempo e soldi per andare a farne parecchie,prima o poi quella giusta,per condizioni di neve e condizione fisico-mentale dell’atleta,la trovi. E allora quella occasione,magari unica, può cambiare la carriera. Devi cercarla,ma soprattutto sfruttarla al massimo quando ti ci trovi. Lo sci,per come è strutturato,è sport delle opportunità da cogliere più di qualunque altro.

  2. …come scrisse Ravetto che lo sci è lo sport delle opportunità da cogliere, ecco un esempio di come un’opportunità colta al momento giusto, grazie anche ad un pizzico di fortuna, possa aver differenziato 2 carriere…Slalom di Levi del 16-11-2014, Deville non essendo più nei 30 al mondo della specialità, parte secondo i punti FIS e quindi col pettorale 70 mentre Razzoli, a quel tempo 31° della classifica e con i punti FIS non troppo distante da Cristian, beneficia dell’anno sabbatico di Bode Miller e dell’assenza per infortunio di Manfred Moelgg rientrando nei 30 e prendendo il via con pettorale 29. Alla fine Giuliano arriva 12° mentre Deville 18°…nelle successive gare Razzoli si piazza e scala posizioni nelle liste di partenza mentre Deville purtroppo infila una sequenza di uscite ed il resto è storia di queste ultime stagioni….oggi Giuliano è tornato uno dei più forti slalomisti del mondo ma chissà come sarebbe potuta andare senza quell’infortunio di Moelgg e quindi senza la partenza nei 30 a Levi…