Lillehammer, fantastico tris di Radamus. Canzio deraglia, era secondo dopo la prima manche

Canzio perdeva mezzo seconda dall'americano ma poi è uscito. Tedde undicesimo

1
River Radamus

Chi ferma l’americanino River Radamus? Dopo l’oro del superG e della combinata alpina, lo statunitense si aggiudica anche il gigante dei Giochi Olimpici Invernali Giovanili 2016 che si stanno disputando sulle nevi norvegesi di Hafjell – Lillehammer. E come le suona River…infatti argento a 1.07 ecco il giappponese Yohei Koyama, bronzo a 1.49 il tedesco Anton Grammel. In classifica ecco poi quarto posto per l’austriaco Manuel Traninger, quindi quinto il croato Samuel Kolega, primo 1999, sesto il finlandese Sampo Kankkunen.

UNDICESIMO TEDDE – Primo italiano al traguardo è Michael Tedde, tesserato per la formazione valdostana dello Chamolè, quindi Pietro Canzio, già due medaglie al collo in questa rassegna e tesserato per lo Ski College Veneto, non ha portato a termine la seconda sessione dopo aver chiuso secondo la prima a 52 centesimi da Radamus. Peccato davvero…

PROGRAMMA – Domani in programma lo slalom femminile, quindi venerdì slalom maschile. Poi a chiudere il Team Event sabato .

1 COMMENTO