Laura Pirovano mette in fila cinque austriache in discesa a Crans Montana: «Che giornata, davanti ai miei…»

La trentina torna a vincere nel circuito continentale mettendosi alle spalle praticamente tutto il Wunderteam. E' il primo successo stagionale delle donne azzurre in Coppa Europa

0
Da sinistra: Sabrina Maier, Laura Pirovano e Dajana Dengscherz sul podio della discesa a Crans Montana in Coppa Europa, il 19 febbraio 2017

Eccola la prima vittoria stagionale italiana nella Coppa Europa femminile 2016-2017 (dopo cinque podi). La firma la migliore delle azzurre (risultati alla mano), ovvero Laura Pirovano, che trionfa in discesa libera (aveva “vinto” anche la prima prova cronometrata) davanti a cinque austriache a Crans Montana! Un successo che lancia anche la trentina, classe ’97, al secondo posto della classifica di specialità e al quarto di quella generale, a cento punti dal terzo gradino del podio (ancora possibile da conquistare) quando mancano sei gare al termine. Su una pista tecnica, difficile, dove nel prossimo weekend si gareggerà in Coppa del Mondo.

RISULTATI

LAURA C’E’ – Pirovano si è imposta per la seconda volta nel circuito continentale con il tempo di 1’15”80, precedendo di 18 centesimi Sabrina Maier e di 0”43 Dajana Dengscherz. Quarta Bianca Venier, quinta Nadine Fest, sesta Michaela Heider, tutte austriache finite nell’ordine dietro Laura! Nelle dieci anche Grossman, Ortblieb, Schneeberger e l’azzurra Anna Hofer, staccata di 0”82. Distacchi minimi su un tracciato piuttosto corto. Le altre italiane: 14esima Galli, 16esima Sosio, 19esima Nicol Delago, 33esima Nadia Delago, 38esima Zenere, 41esima Melesi, 46esima Nobis. Non concludono la prova Elena Dolmen, all’esordio in Coppa Europa, e Sofia Pizzato.

Festa azzurra sul podio a Crans Montana
Festa azzurra sul podio a Crans Montana

PAROLA A PIROVANO E SALVADORI  – «Mi sono divertita tantissimo – ci dice Laura -. Pista bellissima e giornata fantastica. Oltretutto c’erano anche i miei genitori a vedermi. Non potevo chiedere di meglio… Non ho sbagliato praticamente niente quindi sono molto contenta del mio approccio». «Grande tracciato, tecnico – aggiunge Salvadori -. Lo stesso che poi utilizzeranno le ragazze in Coppa del Mondo. Laura ha sciato molto bene, attaccando e osando nei passaggi più tecnici. Vittoria meritata con tante atlete del circuito maggiore su una pista vera. Buon atteggiamento in generale della squadra, certo con alcuni errori… Domani ci riproviamo». In classifica generale Lysdahl, prima, guida con 50 punti di vantaggio su Riis-Johannessen.

CLASSIFICA GENERALE