La 'volpe d'oro' è Kathrin Zettel

0
71

Doppietta a Maribor: dopo il gigante, Kathrin vince anche lo slalom

Seconda manche a Maribor con condizioni meteo un po’ migliori. La nevicata si è attenuata e anche la visibilità ne ha guadagnato. Sembrava tutto scritto, dopo la prima manche dominata da Marlies Schild, invece, come nel più usato dei luoghi comuni, bisognava attendere fino all’ultimo concorrente. La Schild, infatti, ha inforcato poco dopo il primo intertempo, gettando alle ortiche una vittoria gtià praticamente confezionata (aveva ancora 91 centesimi di vantaggio sulla Zettel) e l’aggancio in testa alla graduatoria di specialità. Ride la compagna di squadra Kathrin Zettel, che iscrive il proprio nome a caratteri cubitali nell’albo d’oro della Zlata Lisica, avendo conquistato il primo posto in slalom e gigante nello stesso week-end. Alle sue spalle Tina Maze, che ha conquistato il primo podio in carriera in questa disciplina, risalendo dal nono posto grazie al miglior tempo parziale nella seconda manche. Ride anche Maria Riesch, che con il terzo posto mantiene il pettorale rosso di leader di specialità, ma soprattutto scavalca Lindsey Vonn (non qualificata dopo una pessima prima manche) in testa alla graduatoria overall di Coppa del Mondo. Attenzione però anche a Kathrin Zettel: con i 200 punti del week-end sloveno ha avnzato una timida candidatura al ruolo di terza incomoda nella lotta per la sfera di cristallo. Indietro le azzurre, a conferma della grande difficoltà tecnica che incontrano in questa disciplina, in cui sono relegate al ruolo di comparse. La seconda manche è stata un po’ più combattiva per Manuela Moelgg e Denise Karbon (terzo e quarto tempo, sfruttando il fatto di esser partite tra le prime), ma il distacco totale, oltre due secondi e mezzo, parla chiaro. Diciottesima Chiara Costazza, ventesima Nicole Gius.