La South American Cup e’ della cilena Barahona

Tra i maschi successo-bis dello sloveno Kosi

0

E sono due, consecutive. La cilena Noelle Barahona vince la South American Cup 2015, il corrispettivo della Coppa Europa per il sudamerica e si guadagna un posto in Coppa del Mondo per la stagione 2015-2016.

ULTIMO ATTO – Finale thrilling nello slalom di Cerro Castor, a Ushuaia. Al via dell’ultima gara, infatti l’argentina Macarena Simari Birkner, più portata sicuramente per questa prova, deve recuperare 80 punti di svantaggio alla Barahona, trionfatrice già nel 2014. E quasi ci riesce, perché finisce quarta nello slalom, preceduta tra l’altro solo da connazionali e anche dalla sorella Maria Belen. La prova conclusiva tra i ‘rapid gates’ va a Salome Bancora con il tempo complessivo di 1’47”85. Seconda Gastaldi, poi Maria Belen e Macarena Simari Birkner, come detto, solo ottava Barahona che però ‘salva’ la South American Cup per 30 punti, chiudendo a quota 1020 dopo 18 gare, contro le 990 lunghezze di Macarena. Hanno disertato l’ultima gara tutte le atlete francesi, Veronika Zuzulova e la nostra Federica Brignone.

MASCHI – Tra gli uomini, con la Coppa  già assegnata allo sloveno Klemen Kosi con due gare d’anticipo, anche lui capace di bissare il successo del 2014, l’ultimo slalom è andato al maggiore della famiglia Simari Birkner, Cristian Javier.