La sfida di Gufler e Ploner

6

Solda Live – Gufler: 'Conta il cronometro, non l'eta''

Mentre Antonio Fantino e Adam Peraudo sono alle prese al Passo del Tonale con il secondo giorno di selezioni in vista della Coppa Europa di gigante e slalom, gli altri Carabinieri si sono recati a Solda per un training agli ordini del già campione del mondo Patrick Staudacher. Ai piedi dell’Ortles infatti i ‘sempreverdi’ Michael Gufler e Alexander Ploner e quindi Hagen Patscheider, che gareggerà in Coppa Europa di superG a Reiteralm. Fanno sempre notizia Gufler e Ploner, ed in primavera hanno deciso di andare avanti ancora, di non mollare. Hanno voglia di mettersi in gioco questi ‘nonnetti’ terribili e ribelli, di dimostrare che possono dire ancora la loro ad alto livello. L’entusiasmo e la cattiveria agonistica sono quelle di una volta e i due esperti Carabinieri girano nel gigante disegnato da Walter Girardi e Paolo Zardini dello sci club 18. Che spazio avranno Gufi e Ploni? Non sicuramente in Coppa Europa ed in Coppa del Mondo sarà molto difficile. E allora in che ambito? Circuito Gran Premio Italia e FIS all’estero, almeno per il momento. Prima di tuffarsi in un giro di gigante Gufler ha così sintetizzato la sua filosofia: «Deve contare il cronometro, non l’età». E forse è anche vero questo…

6 COMMENTI

  1. Caro Devis….. mi sa che i due "guerrieri" quando arrivano in coppa del mondo…… è un gioco troppo duro per loro!
    Dici bene Steoooo, in coppa i numeri sono contro… nelle gare dei bimbi… possono ben figurare!!! speriamo sia arrivato l'ordine dall'alto di essere utili al movimento giovanile e non sol spaccare i M….i!!!

  2. In Coppa del Mondo sarà molto difficile; per forza, Ravetto ha troppa paura a farli correre in Coppa del Mondo. Se uno dei due dovesse fare il colpaccio o comunque una buona gara, per lui sarebbe una bastonata incredibile. Male……. Onore a questi due guerrieri, che hanno ragione a continuare. Ai campionati italiani hanno dimostrato che possono ancora tranquillamente competere con i colleghi nazionali e si sono lasciati dietro tutti i giovani fenomeni. Avanti così……..

  3. …non vorrei fossero arrivati ordini "dall'alto" che costringerebbero i 2 a girare come trottole nel circuito minore a "dispensare" punti per i più giovani sulla falsa riga di quanto accadde ad Angelo Weiss alcuni anni fa