La Schnarf va veloce a Sochi

0
552

L'azzurra davanti a tutte nella prima prova della discesa

Un centesimo davanti a Lindsey Vonn. Johanna Schnarf ha sicuramente iniziato bene la trasferta a Sochi, sulla pista olimpica di discesa. Nella prima prova, andata in scena questa mattina, l’azzurra ha chiuso con il tempo di 1.49.78, davanti a Lindsey Vonn e alla norvegese Lotte Smiseth Sejersted (1.49.83). A seguire: la tedesca Veronique Hronek, la francese Marie-Marchand Arvier, la tedesca Viktoria Rebensburg, l’austriaca Elisabeth Goergl, l’austriaca Nicole Hosp, la francese Marion Pellissier e la svedese Kajsa Kling, decima. Le altre azzurre: undicesima Elena Curtoni (1.53.00), quattordicesima Daniela Merighetti (1.53.34), ventiquattresima Elena Fanchini (1.54.41), venticinquesima Verena Stuffer (1.54.45), ventiseiesima Francesca Marsaglia (1.54.50), trentasettesima Lucia Recchia (1.55.27), quarantunesima Camilla Borsotti (1.55.50), sessantesima Federica Brignone (1.58.08). Il commento di Lindsey Vonn è eloquente: «La pista è veramente bella, non c’è nulla di simile nel circuito di Coppa del Mondo e sarà perfetta per le Olimpiadi». Lara Gut, invece, ha apprezzato la pista ma si è lamentata della neve troppo molle. Bisogna poi segnalare che la prova è stata tormentata dal vento. Dopo il passaggio della Schnarf si è deciso di accordiare un salto e di esporre le bandiere gialle che invitan a rallentare subito dopo lo stesso. Non tutte le atlete lo hanno fatto, per esempio Lindsey Vonn. «La pista è bella ma non così facile come pensavamo, è molto mossa, con tanti salti e in particolare sul primo sono andata molto alta e c’era vento forte, per questo poi hanno cambiato il passaggio» ha detto Johanna Schnarf.