La 'resurrezione' di Innerhofer e Fill

0
558

Max Carca: "Siamo tornati competitivi". Oggi corrono in gigante

Il superG di Beaver Creek ci ha ‘riconsegnato’ in gran splovero due azzurri: Christof Innerhofer si è classificato al 4° posto, Peter Fill al 6°. "Un ottimo risultato, adesso possiamo affermare che il momento di transizione dopo gli infortuni pare davvero concluso. Stanno bene entranbi, e questa è la cosa più importante, le qualità dei due polivalenti non sono mai state messe in discussione. Durante la preparazione estiva ed autunnale Innerhofer stava dimostrand,o tempi alla mano, di essere davvero in forma, sapevo che pronti via poteva subito andar forte, invece Fill credevo avesse ancora necessità di correre e competere con i big, invece mi ha stupito davvero. Siamo tornati competitivi, e sopratutto posso dire che abbiamo ancora margine. Christof ha commesso diversi errori sul tracciato, Peter invece mi ha proprio detto che nel finale non si fidava e non ha attaccato a dovere", fa sapere il coach Max Carca, ‘angelo custode’ dei polivalenti altoatesini. Entrambi correranno in gigante, insieme a Max Blardone, Davide Simoncelli, Manfred Moelgg, Alexander Ploner, Florian Eisath e Michael Gufler. Prima manche 17.45 ora italiana.

Articolo precedenteAncora Riesch, quarta Merighetti
Articolo successivoPianeta Giovani in gara a Neustift
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...