La relazione finale di Carraro

0
901

'Elezioni disagio per le società ma appuntamento decisivo'

Il commissario straordinario della FISI, al termine del suo mnadato, ha scritto una relazione finale, che pubblichiamo integralmente a seguire.  

Il 14 luglio 2011 sono stato nominato dal CONI Commissario Straordinario della FISI e successivamente sono stati nominati Vice Commissari l’Avvocato Cristina Rossello ed il Colonnello Vincenzo Parrinello.
Anche il Collegio dei Revisori dei Conti è stato nominato per il periodo commissariale nelle persone di Vittorio D’Amora (Presidente), Enrico Demarchi e Luigi Monterisi. La gestione commissariale si è resa necessaria a seguito della decisione dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI che ha annullato l’Assemblea Elettiva del 24 aprile 2010.Con sentenza in data 27 dicembre 2011 il TAR del Lazio ha respinto il ricorso proposto da Giovanni Morzenti. Egli ha proposto ricorso anche al Consiglio di Stato, che in data 28 febbraio 2012 ha respinto la domanda di sospensiva. Il prestigio dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI impone di tenere in attenta considerazione le motivazioni della decisione al fine di garantire che l’Assemblea Elettiva del 31 marzo 2012, rispetti scrupolosamente lo Statuto ed il Regolamento. A questo scopo siamo sempre stati in stretto contatto con il CONI. I Consigli Nazionali del CONI del 19 maggio 2010, del 30 novembre 2011  e del 2 febbraio 2012 hanno approvato alcune norme riguardanti i principi fondamentali degli Statuti delle Federazioni Sportive Nazionali ed i principi della Giustizia Sportiva che debbono obbligatoriamente essere inseriti negli Statuti e nei Regolamenti delle Federazioni. Il nuovo Statuto è stato adeguato ai principi informatori del CONI dal Commissario ad acta ed è stato approvato dalla Giunta Nazionale del CONI. Lo stesso è operante ed è stato pubblicato sul sito della Federazione.
Le graduatorie di merito  per l’attività svolta nella stagione 2010-2011 sono dal 10 ottobre 2011  sul sito della Federazione. Il Commissariamento è coinciso con l’inizio della preparazione degli atleti alla stagione 2011-2012. Tutti i tecnici che erano stati scelti dal Consiglio Federale sono stati confermati e si è cercato di metterli nelle condizioni di lavorare nel migliore dei modi.Claudio Ravetto ha assunto la direzione dello Sci Alpino Maschile. L’attività agonistica di tutti i nostri atleti nei vari sport e nelle varie discipline si è svolta con regolarità e con risultati complessivamente positivi. Tutte le nostre ragazze e ragazzi si sono impegnati al massimo e per questo vanno affettuosamente ringraziati.
La nostra Federazione è stata seguita costantemente dalla Direzione Sport e Preparazione Olimpica del CONI. CONI e FISI hanno pienamente collaborato anche nella predisposizione della partecipazione ai primi Giochi Olimpici della Gioventù Invernali, che si sono disputati in gennaio ad Innsbruck.
E’ indispensabile che la collaborazione tra la FISI e la Direzione Sport  e Preparazione Olimpica sia totale per preparare al meglio la presenza dei nostri atleti a Sochi 2014. La gestione commissariale esprime vivo apprezzamento per la passione, l’impegno e la professionalità con cui tutti i tecnici hanno svolto il loro compito. A fine febbraio si è provveduto alla disdetta dei contratti dei tecnici per consentire al nuovo Presidente ed al Consiglio Federale di decidere liberamente. La stagione sportiva 2012-2013 sarà particolarmente importante perché sono in programma competizioni di altissimo livello ed è quella che precede l’appuntamento olimpico. E’ indispensabile che i nuovi eletti esaminino con immediatezza gli esiti della stagione appena conclusa e predispongano entro il mese di aprile i programmi futuri. Nel settembre 2011 è stato trovato l’accordo per la stagione appena conclusa tra la FISI e i Comitati Organizzatori per le gare di Coppa del Mondo, che si sono tutte svolte nel migliore dei modi. Ringrazio i Comitati Organizzatori per la qualità del loro lavoro, per gli sforzi che hanno compiuto e per gli eccellenti risultati conseguiti. Abbiamo fatto bella figura davanti alla FIS, con cui è fondamentale che la FISI collabori a pieno. Spero che, anche in base all’esperienza di quest’anno, il nuovo Presidente ed il Consiglio Federale troveranno un accordo con i Comitati Organizzatori della gare di Coppa del Mondo per il futuro. E’ una premessa indispensabile affinché l’Italia possa recuperare l’organizzazione delle gare di Coppa del Mondo che in questi anni ha perduto.
Cortina d’Ampezzo presenta una candidatura  molto credibile per l’organizzazione dei Campionati del Mondo di Sci Alpino 2017. E’ importante che la FISI la sostenga in modo adeguato. Dal 21 febbraio 2011 Manuela Di Centa ha rappresentato, senza diritto di voto, la FISI nel Consiglio della FIS, a seguito dell’autosospensione di Giovanni Morzenti avvenuta il 10 novembre 2010. Manuela ha messo a disposizione il suo grande prestigio internazionale ed ha svolto il suo compito con impegno. Le rivolgo un  affettuoso ringraziamento. Nel prossimo maggio si svolgerà a Kangwonland, in Corea, il Congresso della FIS dove vi saranno le elezioni del Presidente, del Consiglio direttivo, dei Comitati e dei Sottocomitati. L’Italia potrà presentare le proprie candidature entro il 10 aprile. E’ uno dei primissimi compiti cui i nuovi eletti si dedicheranno. Desidero ringraziare Gianfranco Kasper e tutta la FIS per la simpatia e lo spirito di collaborazione con cui hanno intrattenuto in questi mesi i rapporti con la FISI. Desidero sottolineare il successo dei Campionati del Mondo Junior di sci alpino che si sono svolti a Roccaraso all’inizio di marzo e che ci hanno consentito di fare una bellissima figura a livello internazionale.
Tutti gli Sci Club hanno svolto con il consueto entusiasmo e passione la loro attività, organizzando le diverse gare con efficienza e puntualità, superando problemi talvolta seri, sempre gravosi di innevamento o di ogni altro tipo.
La situazione economica particolarmente difficile che attraversano il mondo, l’Europa e l’Italia, rende sempre più complicata e difficile l’attività di tutte le Società sportive dilettantistiche. I moltissimi volontari che sono la struttura portante di tutto lo sport italiano hanno problemi personali e familiari che rendono loro più complicato dedicare alla passione sportiva tempo e danaro.
I problemi economici delle aziende riducono il numero e l’apporto economico delle sponsorizzazioni. L’aumento dei costi è costante, gli Enti Locali hanno minori risorse a disposizione; il settore turistico ha problemi collegati alle minori disponibilità economiche delle persone. Sono dati di fatto che purtroppo  non sono destinati ad esaurirsi in un breve lasso di tempo e che certamente dovranno essere tenuti in considerazione dai nuovi eletti nel programmare  l’attività della FISI. Anche in base alle considerazioni di cui ho detto ho incontrato l’ingegner Lazzari, presidente dell’ANEF – Associazione Nazionale Esercenti Funiviari.  Penso che sia possibile instaurare per il futuro una intensa collaborazione per cercare di facilitare al massimo l’attività dei nostri Sci Club.
Durante la gestione commissariale si sono tenute 7 riunioni della Consulta Nazionale, oltre ad un incontro iniziale al quale hanno partecipato anche i candidati alla Assemblea del 2010. Desidero ringraziare i Comitati Regionali ed i rappresentanti dei Gruppi Sportivi Militari e Civili per la collaborazione fattiva che hanno dato, formulando proposte ed esprimendo opinioni su tutti gli argomenti che interessano l’attività della nostra Federazione.
Per i Vice Commissari e per me le riunioni della Consulta sono state un prezioso collegamento con la nostra base. Il 26 marzo 2012 la Giunta del CONI ha approvato il bilancio consuntivo  2011 ed il bilancio preventivo 2012 della FISI che vengono pubblicati insieme a questa relazione.
A nome anche dei Vice Commissari ringrazio il Presidente Petrucci e la Giunta del CONI per la fiducia che ci è stata accordata nel nominarci ed esprimo gratitudine al Segretario Generale Raffaele Pagnozzi e a tutti gli uffici del CONI per il supporto quotidiano che è stato dato alla FISI in questi mesi. Gli impegni gravosi che ci sono di fronte e le difficoltà del momento potranno essere meglio affrontati se tra la Federazione ed il CONI vi sarà un comune interagire. Va dato atto al CONI, e soprattutto al Presidente ed al Segretario Generale, di essere riusciti a contenere in limiti assolutamente accettabili i tagli per tutte le federazioni olimpiche. Ringrazio il Segretario Generale e tutti coloro che operano professionalmente nella FISI per l’impegno, la correttezza e la passione con cui giorno per giorno hanno svolto la propria attività. Senza la loro opera sarebbe stato impossibile per i Vice Commissari e per me svolgere il nostro mandato. La Gestione Commissariale è sempre un elemento non positivo per una Federazione. Chi opera ha un mandato limitato nel tempo e non è l’espressione democratica della propria base; deve  agire sapendo di non poter fare scelte strategiche, ma cercando di gestire al meglio, con impegno, trasparenza, correttezza e consentendo agli atleti, ai tecnici e alle Società e a tutti coloro che operano di svolgere nel miglior modo la propria attività. E’ ciò che abbiamo cercato di fare i Vice-commissari ed io. Abbiamo affrontato un compito affascinante, lo abbiamo fatto con entusiasmo e speriamo di non avere troppo demeritato; ci scusiamo per gli inevitabili errori che abbiamo compiuto. Desidero ringraziare con affetto Cristina Rossello e Vincenzo Parrinello per il grande impegno, ben superiore al mio, che hanno profuso in questi mesi con grande passione e capacità a favore della Federazione. Senza di loro non avrei certo potuto svolgere il mio compito.
Sabato 31 marzo si terrà un’assemblea dove vi sono quattro candidati alla Presidenza Federale, trenta candidati per il Consiglio Federale e sei candidati per la Presidenza del Collegio dei Revisori.
Si tratta certamente di un disagio per le Società, ma è un appuntamento decisivo perché è fondamentale che la FISI abbia una gestione che sia espressione democratica. A tutti coloro che saranno eletti un caloroso “in bocca al lupo” e l’assicurazione che i Vice-Commissari ed io siamo a disposizione per fornire ogni informazione. Termino porgendo un affettuoso pensiero alle Società ed a tutti i nostri atleti, ai quali auguro di cuore di conseguire grandi risultati in futuro.