La nuova sfida di Tina Maze

Gli obiettivi della campionessa di Cerna Na Koroskem

0

La slovena punta in alto con l’arrivo di Valerio Ghirardi

Tina Maze è un personaggio unico all’interno del Circo Bianco femminile e non smette mai di stupire. Capace di vincere tutto e a suon di record nelle due ultime stagioni, ma di mostrare il suo enorme talento in gigante già nel 2003, Tina, a 31 anni non lascia, tutt’altro, raddoppia, e lo fa a modo suo, con una scelta che definiremmo intrigante, certo sorprendente, e che da italiani ci inorgoglisce, sinceramente. E come (quasi) sempre è accaduto di recente, nel suo Team to aMaze non può mancare, appunto, una netta prevalenza ‘azzurra’. Sarà per la lingua, che conosce e parla molto bene, sarà perché ama il nostro paese (lo ha sempre sostenuto), sarà perché un italiano, Andrea Massi, l’ha portata a vincere tutto da quando ha creato un piccolo gruppo ‘privato’, sarà per… motivi che in realtà non conosciamo, possiamo solo intuire, ma tant’è.
Valerio Ghirardi, ex dt dell’Italia femminile (a Torino 2006 per esempio) ed ex allenatore di Isolde Kostner, ex responsabile delle velociste spagnole e di recente impegnato con Melania Corradini alle Paralimpiadi di Sochi, è il nuovo tecnico della campionessa slovena.
Succede a Mauro Pini, che era arrivato solo lo scorso gennaio 2014, ma che era stato preceduto da altri due italiani, Livio Magoni, oggi responsabile della squadra di slalom e gigante femminile italiana, con cui Tina ha conquistato, tra l’altro, la Coppa del Mondo assoluta, e Walter Ronconi. Una sfida intrigante per Valerio proprio perché lavorerà con una fuoriclasse unica, Valerio che è un grande allenatore e aveva sicuramente tanta voglia di rimettersi in gioco a questi livelli.

CARRIERA – Tina, classe 1983, ha vinto tutto nella sua carriera, certo, ma se continua è perché evidentemente ha ancora tanto da dare e da dimostrare e vuole inseguire nuove sfide, nuovi traguardi. Altrimenti avrebbe anche potuto appendere gli sci al chiodo e non l’ha fatto. Un esempio? “Il mio obiettivo per la prossima stagione è migliorare in slalom”, ha detto tra l’altro venerdì 23 maggio la slovena, durante la conferenza stampa tenutasi a Maribor in cui ha annunciato la nuova guida tecnica. Migliorare in slalom per lei significa semplicemente tornare a vincere in questa specialità, visto che l’ha già fatto, in ogni disciplina. Al suo fianco ci sarà ancora Andrea Massi, che seguirà come sempre in modo scrupoloso la preparazione atletica, con lo ski man Andrea Vianello.
“Questo è un uomo che sa come si lavora in Coppa del Mondo”, ha detto lo stesso Massi con riferimento a Ghirardi. Andrea, Valerio, Tina e lo ski-man Vianello hanno già potuto conoscersi per qualche giorno sul ghiacciaio di Kaunertal, in Tirolo, Austria, ma l’annuncio ufficiale del nuovo ingresso nel team è arrivato solo venerdì 23 maggio.
Tina Maze da Črna na Koroškem, nata a Slovenj Gradec il 2 maggio 1983, in carriera ha conquistato, tra l’altro, quattro medaglie olimpiche (due d’oro) sei mondiali (due d’oro), 23 vittorie (con 68 podi) in Coppa del Mondo, una Coppa del Mondo generale (2012-2013), 2 coppe di specialità.

Articolo precedenteAncora Italia per Tina: ecco Ghirardi
Articolo successivoAlto Adige, alla guida ancora Ambach
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine