La giovane Italia sulla strada per Sochi

5

De Aliprandni, Nani e Borsotti 'spingono': decisive Badia e Adelboden

La ‘Giovane Italia’ guarda avanti. Roberto Nani, decimo e quinto, Luca De Aliprandini sesto. Ma anche Giovanni Borsotti undicesimo e Alex Zingerle diciottesimo. In Val d’Isere oggi i giovani tigrotti azzurri hanno ruggito più dei ‘senatori’  e dopo tre giganti si inizia a fare qualche pensiero a querllo olimpico di Sochi. Certo, mancano ancora i giganti di Alta Badia e Adelboden, gare in cui Massimiliano Blardone, Davide Simoncelli e Manfred Moelgg hanno vinto e fatto podio, ma possiamo constatare almeno che i giovani con Nani e De Aliprandini in prima linea in Val d’Isere hanno puntato i piedi e hanno fatto capire che bisogna fare i conti con loro per la qualificazione al gigante olimpico.

ECCO ‘FINFER’ – Luca ‘Finfer’ De Aliprandini, sesto. esulta a fine gara: «Sono stato in Colorado con i velocisti, sono andato forte alle Nor-Am, mi sono allenato bene con i gigantisti, ma purtroppo a Beaver Creek in gara sono andato male e sono tornato in Italia davvero deluso. A Sestriere abbiamo sciato su una pista perfetta per allenarci, ma aspettavo la gara per  vedere la mia condizione, anche prima in allenamento andavo bene. Oggi ho sciato con tanta rabbia, con il cuore, volevo fare una grande gara, avevo bisogno di un risultato importante. Più che sul ripido mi trovo davvero a mio agio sulla neve dura, per contro devo ancora lavorare parecchio sulle altre condizioni. E’ arrivato finalmente questo risultato. Dediche? A me stesso e alla mia famiglia che mi ha sempre sostenuto, ossia papà Livio e Mamma Nadia e un pensiero va anche a mio fratello Andrea. E adesso…Alta Badia».
 

5 COMMENTI

  1. …sono mesi oramai che diciamo di fare spazio a nuovi atleti,magari le buscano ma prima o poi la infilano!!!!!!!Forza ragazzi,ieri ho visto veramente dei tratti convincenti……aspettiamo Mattia Casse adesso,forza Mattia!!!