La Fisi di casa a Rovereto

0
823

Da lunedì primi test per le azzurre

Rovereto quest’anno ha più che mai un ruolo strategico nella preparazione degli atleti della Federazione Italiana Sport Invernali, che fra 8 mesi saranno impegnati nel tanto atteso appuntamento con i Giochi Olimpici di Vancouver. Nei giorni scorsi i vertici e i responsabili tecnici della Fisi si sono incontrati con il presidente dell’Agenzia per la Promozione dello Sport della Vallagarina Cristian Sala per definire il programma operativo per la preparazione estiva-autunnale. «A Milano con il presidente Fisi, Giovanni Morzenti prima – spiega Sala -, quindi a Rovereto con il segretario generale Fausto Cartasegna, Flavio Roda e il nostro partner scientifico Cebism, rappresentato da Federico Schena, abbiamo pianificato l’accordo ormai in essere da cinque anni. Anche quest’anno Rovereto garantisce l’ospitalità per circa 600 presenze atleta, cercando di dare priorità alle discipline olimpiche che avranno l’opportunità di svolgere a Rovereto esclusivi protocolli di lavoro legati alla valutazione fisica ed eventuali analisi di laboratorio. Durante l’estate troveranno spazio anche gli atleti del progetto Giovani Ratiopharm dello sci alpino e le squadre che stanno lavorando in previsione dei mondiali 2013 delle specialità nordiche».
Rovereto si riconferma nell’importante ruolo di Centro di valutazione e preparazione fisica della Fisi. «La Federsci – continua Sala – rinnovando i ringraziamenti per quanto sta facendo la Vallagarina e il Trentino, ha sottolineato l’intenzione di certificare Rovereto grazie alle sue strutture medico scientifiche all’avanguardia come il CeBISM e il Centro Trentino di Riabilitazione, oltre che dell’Ospedale Santa Maria del Carmine. Ma non solo, visto che Rovereto offre l’ospitalità e impianti sportivi di qualità come lo Stadio Quercia, il palazzetto dello sport, il centro natatorio comunale, il centro tiro a segno Baldresca, i percorsi della salute e quelli dedicati alla mountain bike e alla corsa in salita al Bosco della Città, le piste ciclabili comunali collegate a quelle provinciali».
Definito l’accordo ecco subito i primi arrivi. Da lunedì 11 a sabato 16 maggio la città della Quercia ospiterà le atlete azzurre di Coppa del Mondo, che sono già al lavoro per preparare al meglio la stagione olimpica. Da lunedì a venerdì saranno in città per test di valutazione e atletici Elena Fanchini, Johanna Schnarf, Wendy Siorpaes, Nadia Fanchini e Daniela Merighetti, alle quali si aggiungeranno (da martedì a venerdì) le sciatrici delle specialità tecniche Irene Cartoni, Nicole Gius, Camilla Alfieri, le punte di diamante Denise Karbon e Manuela Moelgg e la fassana Chiara Costazza, che inizia finalmente la fase di preparazione dopo il lungo infortunio rimediato a novembre. Con loro i tecnici Stefano Costazza, Christian Thoma Hannes Grumer ed Alberto Ghidoni.