Kostelic 'risorge' sul Podkoren

0
790

Kranjska Gora Live – A Hirscer la Coppa del Mondo di slalom. Male l'Italia

Ivica Kostelic è un campione. Oggi abbiamo avuto l’ennesima conferma. Una stagione difficile per il croato, ma da metà sempre in miglioramento.

LOCOMOTIVA IVICA– L’argento in combinata a Schladming lo ha lanciato più sicuro verso il finale di stagione: a Kranjska Gora risale dalla terza piazza della prima manche e torna quello di sempre. Sicuro, fluido, deciso. Non fa una piega. Macchè neve molle, macchè pioggia sulla maschera, macchè vasche ‘tranello’. Torna ‘locomotiva’, rieccolo ‘mangiare’ pali e neve, di nuovo a vincere fra le ‘porte strette’.

GIORNATA EPICA – Oggi sul Podkoren una giornata eroica, epica. Si combatte, si lotta, si tribola. La stanchezza di fine stagione, le condizioni meteo sfavorevoli, una pioggia che ha infastidito i poveri slalomisti fin dalla ricognizione della prima manche. Ma nonostante tutto ciò, in questo angolo di Slovenia è festa, anche perchè non pochi croati, tifosi e giornalisti, hanno raggiunto il Podkoren. Per Ivica stiamo parlando in totale in Coppa del Mondo della vittoria numero 26. Il francese Alexis Pinturault, nettamente in testa dopo la prima manche, esce nella seconda e così addio sogni di gloria.

HIRSCHER VINCE LA COPPA DEL MONDO DI SLALOM – Secondo a 19 centesimi l’austriaco Marcel Hirscher: risale dall’ottava piazza e mette in cascina 80 punti pesanti per la Coppa del Mondo ‘overall’ (149 punti su Aksel Lund Svindal) e oggi conquista la Coppa del Mondo di slalom. Ancora Austria in terza piazza. A 34 centesimi troviamo Mario Matt. Poi lo svedese Jens Byggmark, l’austriaco Reinfried Herbst, gli svedesi Andre Myhrer e Markus Larsson.

L’ITALIA AFFONDA – Se Austria e Svezia sono protagoniste, delude ancora l’Italia delle ‘porte stette’. Stefano Gross si pianta nella seconda manche e perde tredici posizioni e chiude ventesimo, Giuliano Razzoli deraglia inesorabilmente dopo essere ancora in vantaggio al secondo intermedio. Speravamo nel podio, sognavamo, invece nulla. Manfred Moelgg chiude discreto nono, Patrick Thaler poi è undicesimo: non può certo bastare.

BENE SOLO NANI E TONETTI – Sorridono tuttavia Roberto Nani e Riccardo Tonetti: il primo è sedicesimo e stiamo parlando del miglior risultato in Coppa del Mondo in slalom, il secondo invece con la diciannovesima posizione concquista i primi punti nella massima serie. Adesso le Finali di Lenzerheide.