Klovsjo, Place gigante. Azzurri a picco in Coppa Europa

20

Zingerle ventisettesimo è il migliore… Domani a Vemdalen lo slalom

Un po’ sulla falsariga della Coppa del Mondo: Francia gigante e azzurri in significativa difficoltà. Nel secondo gigante di Coppa Europa che si è appena concluso sulle nevi svedesi di Klovsjo, si è imposto il transalpino Francois Place (1.48.26) e gli azzurri si devono accontentare dello striminzito ventisettesimo posto di Alex Zingerle, quindicesimo dopo la prima nonostante un errore nella parte finale. Sul podio svedese il tedesco Dominik Schweiger distanziato di sei centesimi e lo sloveno Zan Kranjec di 21. Quarto il norvegese Henrik Kristoffersen di 27, poi ancora in quinta piazza Norvegia con Rasmus Windingstag a 79, quindi sesto a 93 centesimi il francese Gabriel Rivas e il compagno Victor Muffat-Jeandet ottavo.

SOLO ZINGERLE NEI 30 – Dicevamo di Zingerle: il badiota di La Ila, decimo a Trysil, è l’unico nei primi 30 e poi oggi in questo angolo di Scandinavia è buio pesto per noi.

QUALCHE TIMIDO SEGNALE DA BARUFFALDI – Stefano Baruffaldi è forse l’unico che nei giganti ha fatto vedere qualcosa, anche se il trentasettesimo a 3.05 non può certo soddisfare il lecchese di Dervio. Quarantacinquesimo chiude Giordano Ronci, appena davanti al carabiniere Adam Peraudo.  Quarantottesimo Micheael Eisath, cinquantatreesimo il poliziotto Marco Manfrini. Out nella seconda manche Thierry Marguerettaz dell’Esercito, mente è uscito nella prima Guglielmo Bosca. Non si sono qualificati per la seconda sessione Tommaso Sala ed Emanuele Buzzi.  E’ vero, partiamo con numeri proibitivi, ma sembra mancare il giusto atteggiamento. Domani si corre lo slalom a Vemdalen, a 20 chilometri da Klovsjo.

Articolo precedenteBallerin, stagione finita
Articolo successivoA Battilani la supercombi GPI Junior
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

20 COMMENTI

  1. caro Vantage non ho tutte le soluzioni ma faccio fatica a giustificare certe scelte della Federazione, contraddittorie, spesso, le une alle altre. Tornando nello specifico del tuo post, ho sempre sostenuto l'importanza di dare ai giovani più talentuosi lo spazio e le possibilità per farsi una indispensabile esperienza, evitando bocciature dopo 2-3 risultati negativi. Ma nello stesso tempo qualcuno mi spieghi perchè l'anno scorso il "fuori squadra" Marguerettaz non è stato portato alla prima gara di CE (sarebbe partito nei 30 in sl) e quest'anno analoga sorte è capitata al "fuori squadra" Giulio Bosca (anche lui sarebbe partito nei 30 in gs).Sto parlando di un SINGOLO (uno) atleta. Tornando a Marguerettaz chi quest'anno ha deciso che fosse il caso di portarlo? La Direzione Tecnica oppure il cronometro? Se dico che ha deciso un PC dico una stupidata? Giulio Bosca? altro tema! 6 mesi fa qualcuno dall'alto l'ha ritenuto all'altezza di debuttare addirittura ad Adelboden CdM (guardando su fis-ski era da almeno 30/40 gg che non faceva GS) oggi invece il cronometro di quel momento e di quel giorno specifico ha sancito che fosse diventato un chiodo? Suvvia perchè non dargli questa chance? Tra l'altro mi è sembrato nel caso di Adelboden, più un agnello da sacrificare sull'altare di chi criticava la illogica strategia di correre sotto contingente, che una scelta ponderata e pianificata da parte di Tecnici attenti che hanno a cuore il futuro degli atleti ed anche la decisione di far correre Zingerle in Alta Badia non è stato un qualcosa di programmato, ma una last minute decision. Sempre parlando dell'impossibilità di criticare vogliamo dire qualcosa della gestione sci lunghi/corti l'anno passato nel gruppo Futurfisi? Sarebbe stato grave farsi battere da un non squadra? I risultati sono davanti a tutti! Straordinaria poi l'anno scorso, la decisione di segare un solo atleta tra i Futurfisi (Beretta – poi rientrato nel gruppo per merito acquisito), era a detta dei nostri tecnici l'unico scarso o l'unico normale in un gruppo di fenomeni? Una dirigenza giovane e capace, probabilmente avrebbe, l'anno passato, saputo sfruttare al meglio la presenza in pista dei vari Ploner, Gufler e magari anche Schieppati che ai nostri giovani avrebbero potuto dare molto non solo in termini di punti. Invece nulla!!! Anzi anche quando una loro eventuale presenza in qualche tappa della CdM non avrebbe tolto nulla a nessuno (presenze ad "impatto zero" in tutti i sensi) i nostri valenti dirigenti hanno pedissequamente deciso che fosse più proficuo lasciarli a casa e correre sotto contingente, risultato quest'anno finalmente siamo in pista con il "contingente Ravetto". Una valente dirigenza avrebbe mai avvallato la scelta di formare un gruppo "giovani" di 15 ragazzi, quando è abbastanza palese che certi grandi fenomeni dello sci forse sono stati tali perchè mai inseriti in un gruppo (Tomba, Gilardelli, Hirscher, B.Miller etc)? Lungi da me dal pensare che questo debba essere il percorso formativo, ma tra lavorare con 7/8 ragazzi e 15 credo che la qualità dello stesso assuma risultanze diverse. In passato ho anche parlato della logica italiana di mettere in calendario circa 250 NJR a fronte di poche FIS open (non per niente la classifica MONDIALE dei plurivincitori in Junior Race – v. fis-ski.com – vede i nostri atleti ai vertici) a fronte di poche FIS open. Perchè avviene ciò? E' formativo per i migliori giovani questo percorso? Non sarebbe il caso di guardare cosa succede oltre il nostro confine? Non conosco come operi la FISI negli altri sport, però per quanto riguarda lo sci alpino ho la certezza che abbia anteposto i risultati di pochi alle motivazioni e agli interessi di molti. Saluti

  2. ciccio vai tu in fisi a lavorare che hai tutte le soluzioni!!!! scusa se usano il cronometro non va bene…se scelgono tecnicamente non va bene (a meno che non scelgano quelli che piacciono a te…)!! portano i giovani e ti lamenti che partono indietro e non possono andare bene…portano i vecchi e ci si lamenta che non portano i giovani!!!! ma piantatela di criticare sempre l'operato degli altri..

  3. @traiblazer. Carissimo la prima gara di Ce da la possibilita' a qualcuno di sfruttare un pettorale favorevole, frutto di qualche risultato della stagione precedente. Dalla seconda in poi tutto torna in mano ai tecnici, ma almeno non facciamoci male con le ns mani. I tecnici non credono in Marguerettaz o Bosca ok! Ma perche' preferire a loro – ALLA PRIMA GARA – qualcuno che in ogni caso scende dopo la musica? Se poi mi dici che le selezioni solo il frutto del conometro, beh invece di un responsabile che legga tali dati allora organizziamoci con un bel PC. Infine quando si parla di progetti, bisognerebbe anche dichiarare quali sono gli obiettivi, troppo facile far finta di niente. Le grandi vittorie di Paris aumentano la colla sulle sedie di molti…….

  4. Forse perché non siamo più una scuola di riferimento in materia. Non per niente proprio in gigante fra gli uomini si è cominciato a guardare all'estero per vedere se fuori metodologia e tecnica potevano migliorarci (vedi l'allenatore A degli slalom gigantisti). Ma può anche essere una semplice crisi ciclica di talenti. Non è detto che ce ne siano in ogni generazione…

  5. …B, militari e qualche altro atleta di interesse: come più volte illustrato qui in Race ognuno poteva provare sia il Gigante che lo Slalom. Alla fine, visto che sono selezioni, valgono i tempi che si staccano e non le classifiche FIS. Qualche posto dei 10 è stato lasciato ai più brillanti tra gli Junior: se no è inutile dire sempre “diamo spazio ai giovani” (anzi “iggiovaani”) e poi non li si convoca; e comunque 7 senior su 10 non mi sembra un cattivo equilibrio. Chi non è riuscito ad essere più veloce degli altri, dovrà dimostrare le prossime volte di andare più forte. E sinceramente visti i risultati degli esclusi nelle FIS di questi giorni non credo in chissà quali miracoli.
    ciccio, dici che Marguerettaz lo scorso anno non veniva convocato; ebbene quest’anno con le selezioni ha dimostrato con i tempi di poter gareggiare; Bosca non è stato liquidato, solo è andato più piano di altri e non è tra i selezionati. Dove sarebbero le strategie? E’il cronometro che non lascia spazio a interpretazioni e ben venga un responsabile che ne faccia uso. Si evitano recriminazioni da parte di tutte le squadre.
    Il problema da porsi è perché dalla classe ’90 in gigante non si cresca più nessuno “futuribile”…sono già quattro anni. Nno credo basti dire perchè non ci sono atleti validi perchè è come dire che quando c'è un vincente è il caso a volerli lì

  6. Scusate ma mi viene troncato il messaggio…ci riprovo.
    Credo che le selezioni siano sempre e a tutti i livelli la cosa più chiara e inoltre la CE è un circuito per permettere di valutare chi ha veramente i mezzi, non di sicuro una competizione fine a se stessa per gratificare un atleta o un altro. Le selezioni hanno coinvolto i C

  7. Credo che le selezioni siano sempre e a tutti i livelli la cosa più chiara e inoltre la CE è un circuito per permettere di valutare chi ha veramente i mezzi, non di sicuro una competizione fine a se stessa per gratificare un atleta o un altro. Le selezioni hanno coinvolto i C

  8. Credo che le selezioni siano sempre e a tutti i livelli la cosa più chiara e inoltre la CE è un circuito per permettere di valutare chi ha veramente i mezzi, non di sicuro una competizione fine a se stessa per gratificare un atleta o un altro. Le selezioni hanno coinvolto i C

  9. @speedgame….proteggere casse borsotti fantino?? cioe?? cosa avrebbe fatto serra per proteggere gente che vinceva la coppa europa???!!! a chi avrebbe tagiato le gambe per proteggere loro?? scusa ma guarda le cose reali come stanno…serra di questi atleti che oggi sono in coppa europa non ne ha mai allenato neanche uno, o forse zingerle per una stagione. ora è stato messo a gestire uomini e donne e guarda caso le donne si sono messe ad andare forte proprio in gigante…boh:::non capisco che colpe possa avere lui su atleti che coordina da 5 mesi quesat parte…non è forse da analizzare come mai dopo i casse borsotti dealiprandini più nessun atleta, militare o di squadra, di club o comitato sia più riuscito a salire su di un podio in gs…o meglio nesun sia mai entrato ne 5 di ce

  10. Evidentemente il vostro tanto decantato Capitan Futuro Serra non e' stato cosi tanto bravo a leggere il futuro e per proteggere i suoi cocchi: Casse, Fantino,Borsotti ha bruciato una generazione di atleti e ora ne stiamo raccogliendo i frutti

  11. Ciccio, è il solito problema atavico in Italia… Le regole le rispetta solo qualcuno. Comunque chi si registra ad un sito nascondendo la propria identità è in malafede fin dall'inizio. Per cui, buone o cattive idee che abbia, non fa differenza. C'è un regolamento e va rispettato.

  12. @bannato-antonio mi spiace tu sia un fake, anche perche' pur nel tuo essere fake hai evidenziato e centrato i problemi. Preparazione, logica e finalita' di certe scelte, aspetti che comunque poco riguardano gli atleti e molto chi li guida. Addio bannatoantonio

  13. segnalazione per l'utente ANTONIO – Ci è stato segnalato questo account che sta creando malintesi e fraintendimenti con riferimenti ad Antonio Ronci.
    In una verifica del database è risultato un fake, essendo registrato con false credenziali. Questo è scorretto e vietato dalle regole di questo sito. Per cui l'account è stato bannato.

  14. @antonio. Hai ragione, ma evidentemente e' una strategia dettata dai vertici, perche' anche l'anno passato, Marguerettaz, primo gruppo di sl, e' stato lasciato a casa. Se Giulio fosse andato bene sai che smacco per chi nel frattempo lo aveva liquidato. Ps: ma siamo sicuri che qualcuno conoscesse lo status di Bosca?

  15. A questo punto vorrei capire come sono state svolte se selezioni per le gare in corso in questi giorni?
    Non è stato portato Giulio Bosca che con 21 punti sarebbe partito per 27° per portare atleti che non si qualificano nei sessanta e se va bene chiudono la classifica.
    A questo punto non possiamo lamentarci per i numeri di partenza tropo alti se non portiamo una persona che sarebbe partita nei 30, non pensate?

  16. Veramnete un risultato non degno di una nazionale come la nostra, se possibile una disfatta peggiore di quella avvenuta in coppa del mondo. Si salvano Tonetti, Ronci e Zingerle e poi come detto sopra è buio. A mio avviso la colpa non è solamente dei ragazzi ma in gran parte anche dello staf che sicuramnete non ha lavorato bene da inizio preparazione estiva, forse anche a causa del numero elevato di cui è composto il gruppo C

  17. Veramnete un risultato non degno di una nazionale come la nostra, se possibile una disfatta peggiore di quella avvenuta in coppa del mondo.
    Si salvano Tonetti, Ronci e Zingerle e poi come detto sopra è buio. A mio avviso la colpa non è solamente dei ragazzi ma in gran parte anche dello staf che sicuramnete non ha lavorato bene da inizio preparazione estiva, forse anche a causa del numero elevato di cui è composto il gruppo C

  18. Le due gare scandinave di gigante ci confermano le sensazioni non troppo positive dello scorso anno in chiave CdM.
    Alex Zingerle è l’unico che galleggia a livelli decorosi (2 – 2.5 secondi dal vincitore). Tutti gli altri senior non pervenuti: inutile aspettarsi qualcosa di più. Dispiace per l’infortunio a Ballerin che conclude la stagione anzitempo e probabilmente tramontano anche i sogni nel cassetto.
    Per quanto riguarda i Giovani, dei classe ’93 all’ultimo anno prima di passare ai Senior neanche l’ombra di una convocazione, quindi non ritenuti all’altezza; per gli altri in gara la CE è una esperienza senza alcuna valenza di risultato.
    Non credo che possa essere solo un problema di uomini: ci deve essere qualcosa a livello tecnico anche perchè i nostri sono indietro ad ogni livello di competizione. In attesa che gli addetti ai lavori capiscano il motiov, per il gigante sono iniziati gli anni bui…

  19. I risultati di questo inizio di stagione sono figli della gestione della passata. Si e' ritenuto piu' importante, per tutto l'anno scorso, privileggiare la vittoria nei grand prix facendo loro utilizzare attrezzi destinati alla rottamazione anziche' affinare la tecnica con quelli nuovi. Qualcuno poi mi sa dire i criteri che si sono utilizzati nella selezione del gruppo in gara in questi giorni in CE? Saluti