Julia Mancuso sente odore di oro

0

Sochi 2014 Live – Nona Francesca Marsaglia nella discesa della supercombi

Secondo giorno di gare a Rosa Khutor. Dopo la giornata trionfale per i nostri colori con l’argento di Christof Innerhofer, tocca alle azzurre cimentarsi nella prima gara ‘a cinque cerchi’. Si parte con la supercombinata. Salgono leggere le temperature, il cielo è soleggiato con qualche nuvola all’orizzonte ma non minacciosa.

JULIA ANNUSA L’ORO – Julia Mancuso prova a fare il colpaccio, ed è al comando dopo la discesa. Sono infatti 47 centesimi di vantaggio su Lara Gut, 86 su Tina Maze, 99 su Anna Fenninger, 1’04 su Maria Hoefl Riesch. Ma basteranno? L’americana, proprio un anno fa nella supercombi di Coppa del Mondo a Meribel era arrivata quarta nella gara vinta da Tina Maze che all’epoca era già in vantaggio dopo la discesa.


ATTENZIONE A TINA –
La Maze di un anno fa aveva poi rifilato 1"05 alla Mancuso nella manche di slalom. Oggi le posizioni sono ribaltate. Ma ci sono anche Lara Gut che, non dimentichiamolo, ai Mondiali in Val d’Isère nel 2009 si è messa al collo l’argento e soprattutto Maria Höfl-Riesch che quattro anni fa a Vancouver ha vinto l’oro. Nella supercombi di Coppa del Mondo a Altenmarkt di un mese fa, la tedesca, dove è arrivata quarta, ha rifilato quasi un secondo alla Maze. Con Anna Fenninger sempre pronta, anche perché, ad Altenmarkt, ha ‘beccato’ solo 33 centesimi dalla Maze. Già e le prime due di Altenmarkt? Marie Michele Gagnon ha un ritardo di 2"71, Michaela  Kirchgasser ben 3"04. Forse troppo per una rimonta, visto nella gara austriaca avevano fatto registrare i tempi migliori in slalom ma i margini di vantaggio erano stato meno ampi di quelli da rimontare oggi. Al massimo due secondi alla Gut. Nella top ten possibili ‘colpacci’? Attenzione a Nicole Hosp, ottava a 1"27, poi c’è sesta la norvegese Sejersted a 1"17, settima Elisabeth Goergl a 1"21, Dominique Gisin decima a 1"33.

BRAVA FRENCI – E poi ottima nona posizione per Francesca Marsaglia. ‘Frenci’ è stata la migliore delle azzurre in gara, ha attaccato senza paura, è nona a 1"28. Ad Altenmarkt ha pagato tantissimo in slalom, ma a Sochi è tutta un’altra cosa… Più indietro le altre azzurre: quattordicesima a 1"77 Elena Fanchini, seguita da Daniela Merighetti a 1"96, ventiduesima Federica Brignone con tre secondi netti dalla Mancuso.

FIDUCIA PLANCKER –
Il direttore tecnico Raimund Plancker è fiducioso per lo slalom della seconda manche che avrà inizio alle ore 12 italiane, 15 locali: «Peccato per Francesca Marsaglia, che ha fatto una bella discesa, ma se guardiamo fino a tre quarti gara era sui tempi della Mancuso. Mi è piaciuta a tratti anche Federica Brignone, anche se sappiamo che sulle traverse è ancora un po’ troppo sugli spigoli e fa fatica a riempire gli spazi in discesa. Ma non è detta l’ultima parola…».   

Articolo precedenteSlalom decisivo nella supercombi
Articolo successivoEC, Tim Jitloff primo a Oberjoch
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...