Ivica Kostelic in visita allo stabilimento Colmar

0
670

Nell'occasione presentata la partnership tecnica con Kristian Ghedina

Non è facile “acchiappare” Ivica Kostelic, sempre impegnato negli allenamenti. Questa volta però, reduce da tre settimane di vacanza e pronto a partire per gli allenamenti a Zermatt (Svizzera), il plurilaureato campione di sci ha fatto tappa in Italia, a Monza, per salutare l’azienda, sponsor della Nazionale Croata.
Ivica si è sottoposto con divertimento alla conferenza stampa organizzata da Colmar e al fuoco incrociato delle domande del moderatore Paolo De Chiesa e dei giornalisti presenti per raccontare le tante portate sul tavolo della sua prossima stagione invernale. Prima fra tutte la partnership con il campione italiano Kristian Ghedina che, da questa stagione, farà parte del team croato per dare preziosi consigli sulle discipline veloci. Il primo incontro tra i due campioni è avvenuto lo scorso giugno in Galleria del vento a Dresda (GER); con questo  i due campioni entrano ufficialmente nel vivo della loro collaborazione. A colpire è il carattere umano di questa alleanza, come ribadito da Ghedina che ha detto di aver aderito a questa richiesta di Ivica soprattutto  per la grande simpatia nei confronti di Kostelic. Tecnicamente il “Ghedo” aiuterà il campione croato a migliorare la scorrevolezza sugli sci, sua grande dote e qualità che Ivica, da supertecnico qual è, sta cercando di migliorare.
 
A fare gli onori di casa, il Presidente Mario Colombo che ha parlato delle sponsorizzazioni  e del grande valore che queste hanno per l’azienda che, negli anni, ha sposato i più grandi campioni del panorama nazionale e internazionale. In Coppa del Mondo, oltre alla Croazia, infatti, Colmar fa indossare il proprio marchio anche alla Nazionale francese di sci e alla “britannicissima” Chemmy Alcott.
 
Alla fine della conferenza stampa Kostelic ha voluto visitare il reparto confezionamento, approfondire tutte le varie fasi di creazione del suo abbigliamento e toccare con mano la sua prossima tuta da gara. Ha fatto ancora di più: ne ha voluto cucire personalmente un pezzo, sotto gli occhi divertiti di tutto i presenti. Infine Kostelic si è intrattenuto per firmare autografi e fare fotografie in azienda prima di partire alla volta della Svizzera e mettere in pratica i primi preziosi consigli di Ghedina.