Innerhofer e Fill, 'stelle' della Hero

0
773

I discesisti hanno pedalato alla Sellaronda Hero di Peter Runggaldier

Seconda edizione a Selva Gardena della Sellaronda Hero, manifestazione di mountain bike che si snoda su due percorsi, 50 chilometri con 2600 metri di dislivello e 82 con 4200 metri di dislivello. Al via, ‘special guest star’ della rassegna, i discesisti azzurri Christof Innerhofer e Peter Fill, che hanno pedalato insieme a Florian Eisath. Non sono nuovi a partecipazioni del genere Peter e Christof e questa mattina sono stati i protagonisti indiscussi, essendo partiti davanti a tutti, anche agli élite, nella prima griglia. Fa piacere vedere che anche fuori dal mondo dello sci i due azzurri sono così popolari, conosciuti, applauditi. Certo, siamo in Alto Adige, ma gli oltre 1500 partecipanti alla gara e il giro di familiari e tifosi presenti alla partenza e lungo il percorso sono accorsi da ogni angolo d’Italia. Peter Fill è entusiasta: "Uno scenario incredibilie, una gara davvero difficile, faticosa, anche a detta dei professionisti che si sono cimentati nel lungo. Questo giro dei quattro passi off-road è davvero insidioso, al punto che si tratta della prima volta anche per me". Sfortunato Innerhofer: "Ho bucato due volte, facendomi il Sella quasi tutto a piedi. Peccato, ma mi sono divertito ugualmente. La gara? Eccezionale, ma non è finita, sabato sarò al via alla Sudtirol Dolomiti Superbike". Acclamatissimo alla partenza, lungo gli sterrati, all’arrivo, Innerhofer, campione e guascone, ci sa davvero fare. Sentitelo al via: "Non forzerò più del dovuto, le gare sono in inverno, non andrò a tutta. E poi devo pensare ad altro oggi, devo mettermi a ruota di qualche bella ragazza…". In cabina di regia della Sellaronda Hero un grande ex-azzurro della velocità, Peter Runggaldier.