'Inner' guarda avanti

0
1035

Ecco il campione del mondo in conferenza stampa

FIS insensibile e inflessibile. Dopo le polemiche per il mancato ricordo di Sieber a Soelden e del guardiaporte di Campiglio, altre polemiche sulla federsci internazionale per la ‘retrocessione’ di Innerhofer nella discesa di domani. Innerhofer però, durante la conferenza stampa, è apparso meno arrabbiato che al parterre e ha cercato di voltare pagina, anche se non è facile.

INNER VOLTA PAGINA – «Voglio sempre sottolineare il fatto che in un primo momento avevo capito di poter ripartire ed effettuare la mia terza prova sulla Streif. – ha detto l’azzurro -. A questo punto credo che ci sia stato un malinteso, ho fatto tutto in buona fede e penso di non avere infastidito nessuno. Oggi ho cercato di partire senza pensare a quanto accaduto ieri ed è arrivato un bellissimo terzo posto. Un podio sulla Streif prima dell’appuntamento Mondiale, davvero il massimo. Non è finita qui, domani c’è la discesa mi sento bene e soprattutto, dopo i risultati conseguiti fino a oggi, sono proprio sicuro. Mi presenterò al cancelletto di partenza con in testa il fatto di avere il pettorale numero 20, non voglio pensarci più. Certo, l’unica preoccupazione è il fatto che nella picchiata finale arriva il buio presto e forse la visibilità sarà scarsa» 

Articolo precedenteInnerhofer, un podio di rabbia
Articolo successivoForza campione!
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...