Infortunio al ginocchio destro per Nadja Kamer

0

Lesione alla cartilagine, almeno 2-3 mesi di stop.

Sembra una maledizione. La stessa che era toccata due estati fa all’Italia (ma quest’anno è arrivato comunque il ko di Manfred Moelgg, purtroppo) e lo scorso anno alla Francia. Infortuni a catena, alle ginocchia, ancora prima di iniziare la stagione. Purtroppo, non ci si può fare assolutamente nulla. Dopo Joana Hählen e Reto Schmidiger, rientrati anzitempo da Ushuaia, e il ko di Silvan Zurbriggen, ecco un quarto infortunio grave in casa svizzera, toccato questa volta alla velocista Nadja Kamer, classe 1986, di Schwyz, 5 podi in Coppa del Mondo (tutti in discesa, senza vittorie) e 5 successi in Coppa Europa, in tre specialità diverse. 

IL FATTO – Kamer si è infortunata al ginocchio destro durante un allenamento di slalom gigante a Ushuaia, in Argentina, ed è partita subito alla volta della svizzera, atterrando mercoledì sera, 27 agosto, a Zurigo. Dai primi esami effettuati, è risultata una lesione alla cartilagine, ma il medico della Federazione svizzera, Frey, non è ancora in grado di quantificare i tempi di recupero per la sfortunata sciatrice, che di sicuro, però, non potrà tornare sugli sci prima di 2-3 mesi. Nei prossimi giorni avremo notizie più certe sul programma di riabilitazione da seguire. 

 

Articolo precedenteAlexis Pinturault tra Argentina e Cile
Articolo successivoCondizioni perfette finora per le svizzere a Ushuaia
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine