Imprenditore del mondo della neve 'nudo' per protesta

0
834

Enrico Frare di E-Group ha acquistato una pagina sul Corriere della Sera

Una foto come natura l’ha fatto con una scritta inequivocabile: ‘Ogni giorno in Italia un imprenditore rischia di rimanere senza mutande’. Enrico Frare, alla guida di E-Group, che controlla i marchi Colle e Chateau Beau Cedre, imprenditore veneto con la passione dello sci, ha deciso di protestare in maniera originale contro un sistema che non agevola l’imprenditoria, acquistando una pagina sul Corriere della Sera di domenica scorsa. La notizia, 18 anni dopo la famosa foto di Luciano Benetton nudo, è stata ripresa dai principali media. Abbiamo raggiunto al telefono Enrico Frare per farci spiegare le ragioni del gesto. «In Italia il sistema non funziona, da quello creditizio alla burocrazia, fare impresa è molto difficile, ho pensato che non è giusto stare zitti perché così non cambierà mai nulla. Ho sempre creduto nelle mie capacità, ma un sistema più equo mi permetterebbe di investire di più in ricerca e di fare crescere meglio i marchi. Potrei andare in Svizzera, delocalizzare la produzione e avere profitti decisamente più alti, ma non lo voglio fare. Ci sono colleghi imprenditori che hanno margini del 2/3% e vanno avanti, fino a quando ce la faranno, per non licenziare». Il gesto di Frare, che punta il dito contro le banche («è vero che spesso non fanno credito per incapacità del sistema imprenditoriale, ma perché non c’è stato il giusto controllo su come venivano investiti i soldi») e la burocrazia, è stato apprezzato da molti imprenditori che si sono messi in contatto con lui per raccontare le proprie storie.

Articolo precedenteReiteralm, niente da fare
Articolo successivoLevi verso l'annullamento
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.