Il Veneto sempre fedele a Morzenti

13
967

Il presidente Bortoluzzi: «Giusto ricorrere al Consiglio di Stato»

«La decisione di Giovanni Morzenti, ex presidente della Fisi, di ricorrere al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar del Lazio, che ha ritenuto inammissibile il suo ricorso contro la sentenza dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva che aveva annullato le elezioni degli organi di vertice della Fisi svoltesi il 24 aprile 2010 e portato al commissariamento della Federazione, la voglio salutare con grande soddisfazione perché essa esprime la vera volontà di larghissima parte della base della Federazione, rappresentata dai maggiori Comitati regionali e da centinaia di Sci Club, dirigenti, tecnici, giudici ed anche atleti», ha dichiarato il presidente del Comitato Veneto della Fisi, Roberto Bortoluzzi.
«So di rappresentare anche il pensiero di molti altri colleghi presidenti regionali; questo passo di Morzenti è stato da noi a lungo caldeggiato ed auspicato, perché la Fisi ha bisogno di chiarezza sulla questione in tempi celeri, per ripristinare la chiara volontà espressa largamente dalla maggioranza dei tesserati in sede assembleare, come di una guida forte e legittima. Il grande lavoro di risanamento e rilancio della Fisi, avviato con grande successo da Morzenti e dal Consiglio federale, va completato e consolidato per rilanciare le sorti di una Federazione che seriamente rischiò la bancarotta. Chiarezza necessaria anche per permettere a Morzenti, se ci dovrà essere, effettivamente, una nuova assemblea di potersi nuovamente candidare alla presidenza con un peso ed un sostegno ancora maggiori», conclude Bortoluzzi.

Articolo precedenteA Folgaria e' tempo di gigante
Articolo successivoDominique Gisin, stagione finita
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

13 COMMENTI

  1. Ragazzi questa é l'espressione dei discepoli " morzettiani " e ci meravigliamo dell'audi ? Mamma mia cosa stiamo vivendo , ho sentito voci che dicono che i Presidenti ( quasi tutti ) dei Comitati voterebbero morzenti……non lo si può più votare ( sempre ammesso che a breve il 2° grado di giudizio non lo prosciolga…..ma la vedo dura….) , perché il Coni varerà il " codice etico " il 2 febbraio come REGOLA SUPREMA, Sui giornali di oggi c'é tutto.

  2. Basta uomini forti, ci vuole una forte organizzazione….
    un esempio…. in qualsiasi sci club quando vuoi fare la divisa nuova ne "parli" in inverno e decidi a marzo se la vuoi per la prossima stagione.
    "l'organizzazione" morzenti è riuscita a "ordinare" le divise per le squadre nazionali,la nostra vetrina, a giugno…. risultato? per chi va in giro sulla neve nemmeno la coppa del mondo a gennaio ha una divisa….. per non parlare di gare d'appalto per il leasing degli automezzi fuori tempo… etc.etc… per il poco che trapela….

  3. Evviva….da che pulpito arriva la predica…grande Bortoluzzi….sei un idolo per tutti quelli che lavorano senza chiedere nulla in cambio…fanno veramente del volontariato per il bene dei ragazzi…per il bene dello sport…non per il bene del proprio portafoglio..x quelli che l'audi se la comprano e ci fanno migliaia di Km per portare i ragazzi a fare le gare…per quelli che essere non vuol dire apparire…io mi vergogno di avere come presidenti di comitato gente come Lei e come altri suoi colleghi che basta una patacca per sentirsi qualcuno….vergognatevi e basta ora nn se ne puo' piu…

  4. ….presidente di un comitato che non porta in squadra A o B un atleta da 15 anni,
    presidente di un comitato dove i cronometristi arrivano 1 ora e mezza dopo l'orario di partenza pubblicato con gli atleti a -9,presidente di un comitato dove in una gara ragazzi-allievi manca il display dei tempi,non è esposto nessun tabellone degli arrivi e lo speaker non dichiara i tempi di una decina di atleti,oltre alla mezz'ora di interruzione con l'ultimo atleta-ragazzi in partenza ad aspettare.
    E questa la gente a cui fare governare la FISI veneto?
    La banda Morzenti ha fatto proseliti…..

  5. Scusate ma mi rifiuto di credere che il movimento Veneto non risca ad esprimere qualcosa di meglio. Sono certo che esistono sci club in Veneto che si danno da fare per tutto il movimento sciistico. Basta pensare ad alcuni circuiti per senior e master che in Veneto sono nati. Credo che sia davvero giunto il momento che queste persone chiedano conto ai loro rappresentanti del loro operato. Possibile che in consiglio del comitato Veneto non ci sia nessuno che possa chiedere conto a Bortoluzzi dei suoi comportamenti e delle sue dichiarazioni. Fate sentire la vostra voce, avete il diritto di essere rappresentati adeguatamente.

  6. Il veneto è fedele a Morzenti perchè è la regione più in cricca con questo personaggio,gente appunto che dello sci non gliene può fregàddemeno.
    Pensate che oramai da 15 anni nessun atleta veneto ha più approdato a squadra A o B per lo sci alpino.
    Pensate che domenica 15 in una gara ragazzi- allievi i cronometristi sono arrivati 1 ora e mezza dopo l'orario stabilito,non era presente nessun display per i tempi,non c'era nessun tabellone con i tempi esposti,non hanno esposto a fine prima manche nessun ordine per l'inversione dei primi 15,lo speaker ha mancato di dichiarare il tempo di 10 atleti e dulcis in fundo l'ultimo atleta della categoria ragazzi ha aspettato mezz'ora la partenza per un incidente in pista.
    Ecco il proselitismo morzentiano a cosa porta,Audi a parte ovviamente.
    Mandiamoli a casa tutti…..

  7. Bella riflessione di Talian, e poi il Sig Bortoluzzi a quale larga maggioranza si riferisce, alla manciata di voti in più che ha preso Morzenti? Comunque sia Morzenti e' sicuramente un leader, che e stata una guida "forte", nel senso che le sue drecisioni erano sempre le sue, uniche ed incontestabili, pena l'esilio! E' ovvio ora che il Sig Bortoluzzi ed alcuni pochi altri caldeggino la sua candidatura o i suoi ricorsi. Che fine ha fatto Marrocco? E perché non si candida direttamente Bortoluzzi? Il forte e potente Morzenti potrebbe senz'altro prestare loro tutto il suo appoggio! Ma evidentemente loro sono tutti gregari che hanno bisogno di Morzenti leader che li ordini e li istruisca come meglio crede. E poi riguardo all'audi a Bortoluzzi non e' il caso neanche di sprecare parole.

  8. Gent.mo Sig. Bortoluzzi, ne deduco che secondo Lei i vertici della FIS non capiscono nulla. Qui non si tratta di giudicare o meno il Sig. Morzenti e i suoi comportamenti, i suoi ricorsi e controricorsi. I fatti sono che il sig. Morzenti ha subito una condanna penale in primo grado di giudizio e pertanto i vertici della FIS hanno caldeggiato le sue dimissioni. In FIS il sig. Morzenti le ha date immediatamente, in FISI no. Perche? Forse i tesserati italiani sono meno degni di rispetto? La Fisi ha bisogno di una guida che possa legittimamente fare sentire la sua voce a livello internazionale ed il Sig. Morzenti nella situazione in cui si trova non può farlo. Tutto il resto sono discussioni sul sesso degli angeli. Se il Sig. Morzenti fosse stato una persona che aveva a cuore le sorti della sua federazione avrebbe immediatamente dato le dimissioni anche in Fisi per tutelare la rappresentanza della Fisi stessa in ambito internazionale. Ma cosa interessa di più al Sig. Morzenti?