Il 'solito' Ted: davanti anche in gigante

0

Schladming Day 11 – Ma attenzione, Moelgg e Simoncelli sono da podio

Il solito Ligety. Solido, pulito, deciso e soprattutto insaziabile. Dopo la doppietta d’oro l’americano dello Utah è davanti anche al termine della prima manche del gigante su una Planai ghiacciata. E i distacchi? Parliamo di Ligety e quindi bestiali: il secondo è un ottimo Aksel Lund Svindal. Sceso per primo, il ‘cannibale’ norvegese è a 1.30, poi un centesimo più indietro l’eroe di casa Marcel Hirscher. Una gara accorta quella del salisburghese della Lammertal? Diciamo che abbiamo visto di meglio, ma il Ligety del primo round era di un altro pianeta.

QUARTO MOELGG, SESTO SIMONCELLI – Ottimo quarto Manfred Moelgg: il ladino di Mareo tiene botta e perde 1.44, ma è davvero in gara per fare una medaglia, visto che ha commesso un errore grossolano che gli ha tolto la seconda piazza provvisoria. Poi c’è il tedesco Fritz Dopfer, sesto Davide Simoncelli a 1.77, autore di una prova positiva. Poi l’austriaco Benjamin Raich e ottavo e sotto le aspettative il francese Alexis Pinturault. Max Blardone chiude dodicesimo a 2.33. Podio sfumato per l’ossolano? Mai dire mai, ‘Blardo’ ci ha abituato a miracoli. Il debuttante Roberto Nani infine chiude ventiduesimo a 4.30.