Il punto di Stefano Costazza

0
314

Domenica le slalomgigantiste torneranno allo Stelvio

Tre giorni di sci in programma sul ghiacciaio dello Stelvio per le azzurre di Coppa del mondo dello slalom e del gigante, che poi alla fine sono diventati due. Ieri la neve troppo molle ha fatto anticipare il rientro a casa delle slalomgigantiste. "Ottimi i primi due giorni, ieri abbiamo anticipato il rientro. Poco male, domenica saremo di nuovo allo Stelvio per altri quattro giorni di lavoro. Intanto ho visto tutte le ragazze motivate, decise, hanno voglia di iniziare nuovamente la preparazione", afferma il responsabile del team Stefano Costazza. Federica Brignone, Denise Karbon e Manuela Moelgg i punti di forza della compagine di Costazza, allenata anche da Paolo Deflorian, Giuseppe Zeni e dal nuovi innesto Roberto Lorenzi. "Fede in gigante ha dimostrato quanto vale, adesso lavoreremo affinchè possa progredire anche nelle altre discipline. In slalom è molto migliorata, deve sfruttare al massimo il suo piede, la sua sensibilità e la solidità che dimostra in gigante. Manuela se sta bene fisicamente è competitiva in entrambe le discipline, e poi c’è Denise che ha le carte in regola per tornare a vincere e dal prossimo inverno si concentrerà sul gigante tralasciando probabilmente le gare di slalom", ancora il coach fassano. Allo Stelvio presenti anche Nicole Gius, Lisa Agerer e Giulia Gianesini. Assenti invece Chiara Costazza ed Irene Curtoni: quest’ultima, che ha ancora problemi con un’anca, domani dovrebbe sciogliere le riserve sulla presenza per il raduno che inizierà domenica. Intanto al momento buone le previsioni meteo per i quattro giorni di training.

Articolo precedenteIl nuovo 'Inner', campione e personaggio
Articolo successivoLisa Agerer, un mese di stop
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...