Il primo acuto è di Lindsey Vonn

3

Vince l'americana davanti a Marchand-Arviere e Fischbacher

Difficile la pista Solaise, forse anche troppo. La medaglia d’oro del superG va a Lindsey Vonn, l’unica delle big che è riuscita ad insidiare la francese Marie Marchand-Arviere, partita con il numero 2 quando la visibilità era leggermente migliore. Terza l’austriaca Andrea Fischbacher. Male le azzurre: nono posto per Nadia Fanchini, piuttosto lontana dal podio, out Merighetti e Recchia, molto indietro (ventunesima ad oltre quattro secondi) Wendy Siorpaes. Segue il servizio del nostro inviato in Val d’Isère.

Articolo precedenteItalia, divisa nuova
Articolo successivoSuperG sotto il sole
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

3 COMMENTI

  1. Concordo con voi sul fatto che sia stata una delle gare peggiori a cui abbia mai assistito dal punto di vista dello spettacolo: pista assurda, tracciato brutto e riprese televisive da no comment… Per il resto chapeau alla Vonn che ha sciato benissimo!!

  2. Si vede che la Fanchini è proprio migliorata, in quanto su una pista così assurda l'anno scorso non avrebbe fatto neanche quattro porte…gara labirinto e troppo difficile per le donne, sicuramente la più brutta dell'anno, ha vinto chi ha frenato di meno e chi ha la forza muscolare di un uomo…spettacolo osceno! Ma perchè si devono inventare queste cose in un mondiale? Vive la France