Il pasticcio delle deleghe

2
239

L'esposto del Sai Roma rischia di invalidare il risultato delle elezioni

Il 10 novembre la Commissione Giustizia e Disciplina della Federazione Italiana Sport Invernali darà finalmente la possibilità al Sai Roma di visionare e, se del caso, procedere con un nuovo conteggio delle schede di voto, che il 24 aprile scorso hanno riconfermato Giovanni Morzenti alla guida della FISI. La ‘querelle’ inizia proprio il 24 aprile, il giorno della convocazione dell’Assemblea Federale. Materia del contendere: l’assegnazione della delega di voto dello Sci Club Frosinone; delega che era stata data al Sai Roma, sostenitore di Carmelo Ghilardi, ma era stata erroneamente conteggiata in capo al Gruppo Sciatori Subiaco, sostenitore di Morzenti. Il Sai Roma, presente all’Assemblea, si accorge dell’errore e sottopone il problema all’organismo di Verifica Poteri, che procede alla corretta riassegnazione dei voti in delega. Stiamo parlando di 42 voti che ritornato ‘giustamente’ nelle tasche di Carmelo Ghilardi.
Una procedura di voto davvero delicata quella per l’elezione del presidente FISI con la possibilità per ciascuno sci club di ricevere in delega i voti di altri due sodalizi. Ancora più delicata se pensiamo al risultato finale delle elezioni del 24 aprile: una vittoria sul filo del rasoio per Giovanni Morzenti con 58.766 voti a favore contro i 56.009 dello sfidante Carmelo Ghilardi. Davvero pochi 2.757 voti, soprattutto se consideriamo che un grande sodalizio può arrivare a disporre di molti voti in Assemblea. Da questa considerazione nasce l’iniziativa della presidentessa del Sai Roma, Maria Rosa Ercolani, che, al termine dell’Assemblea Federale, sottopone alla FISI richiesta formale per poter prendere visione delle schede ed eventualmente procedere ad un riconteggio. Richiesta rifiutata, ma la Ercolani non si arrende e presenta un esposto alla Commissione Accesso Documenti Amministrativi, con sede a Roma presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Palazzo Chigi risponde in tempi brevi, accogliendo l’esposto del Sai Roma. A settembre l’esposto viene quindi accolto dalla FISI, che fissa la data per la verifica delle schede al 22 ottobre. Ma il riconteggio non si è ancora svolto: da via Piranesi il 22 ottobre è stato richiesto un posticipo. La nuova data fissata per visionare le schede è il 10 novembre. Non ci resta che attendere.

 

2 COMMENTI