Il Ministro Frattini fa il tifo per gli azzurri

0
380

Bagno di folla al 'Ladinia' per i gigantisti: Blardone con l'1

L’Hotel Ladinia a La Villa è da sempre il quartier generale degli azzurri. E’ il punto d’incontro di dirigenti Fisi, tifosi, familiari degli atleti. C’è una folla incredibile. D’altronde la gara sulla Gran Risa in Alta Badia è il gigante per eccellenza, per l’Italia l’evento per antonomasia degli sport invernali. Celebreremo domani una vittoria italiana? Max Blardone, pettorale numero 1, centrerà la tripletta sulla pista ladina di La Ila? In Val d’Isere siamo cresciuti rispetto al Colorado, per la gara badiota siamo pronti per salire sul gradino più alto del podio. Intanto dopo l’estrazione dei pettorali tutti l’Italia che conta dello sci si rifiugia dal gelo al Ladinia. Ci sono tutti. Gli allenatori di oggi e quelli di ieri, i consiglieri federali, tifosi dei fan club, simpatizzanti, curiosi. Arrivano gli atleti alla spicciolata. C’è anche il Ministro Franco Frattini, maestro di sci e amante da sempre della montagna. E’ venuto a fare il tifo per gli azzurri. Saluta Giovanni Borsotti che emozionato poi ci dice: "Una vigilia particolare, anche gli in bocca al lupo di un Ministro..Domani corro per la prima volta in Alta Badia, il gigante più bello..chi l’avrebbe detto un giorno?". Gli altri pettorali: Manfred Moelgg 8, Davide Simoncelli 10, Alexander Ploner 13, Michael Gufler 27, Florian Eisath 37, Giovanni Borsotti 45, Adam Peraudo 51, Christof Innerhofer 65, Peter Fill 68.

Articolo precedenteByggmark-bis a Pozza. Razzoli quarto.
Articolo successivoGran Risa da paura: guida Richard
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...