Il grande giorno di Guglielmo Bosca

0
806

Prima il superG e poi la supercombi Grand Prix: «E non sono ancora al top»

Prima si impone nel superG della supercombi di Santa Caterina Valfurva griffata ‘Alta Valtellina Alpine Ski’ che valeva come gara Grand Prix a se stante, poi si ripete dopo lo slalom che stila la supercombinata Grand Prix. Insomma una fantastica doppietta per ‘Gu’. Il milanese supera il FuturFisi Ivan Codega, Alessandro Brean Senior dell’Esercito e Luca Riorda del Comitato Alpi Occidentali che è terzo Giovani. Poi Carlo Beretta dell’Esercito, quarto Giovani, quindi il poliziotto Michelangelo Tentori, Alberto Parola AOC quinto Giovani, il poliziotto Rocco Delsante, il trentino Sebastiano Finazzer, Davide Cazzaniga delle Alpi Centrali, il forestale Jacopo Di Ronco ed il FuturFisi Aaron Hofer. Primo Aspirante Tommaso Sala, Alpi Centrali.

BOSCA CRESCE – Ecco il doppio vincitore, che nonostante un intoppo ad inizio stagione sta dimostrando di essere fra i FuturFisi più in forma: «Sono contento, sono in crescita e non sono ancora al top. Peccato perchè sono stato un po’ fermo ad inizio stagione per un problema al ginocchio e non è stato facile trovare subito il giusto feeling sulla neve. Ai Mondiali Juniores stavo andando forte in superG ma poi ho sbagliato, più che discreto a La Thuile a ridosso dei 30 in entrambe le gare. Adesso devo migliorarmi ancora, ci sono appuntamenti significativi come la Coppa Europa a Sella Nevea e il gran finale con tricolori Giovani e Assoluti. Speriamo di far bene».