Il Ciaslat? Sembra Adelboden..

0
133

Carca: "Sui prati sembra un gigante, onde che sbattono davvero"

E’ finita da un ora la ricognizione sulla Saslong. Fra quindici minuti si parte. L’ultimo a terminare l’ispezione della pista, come spesso, capita è Christof Innerhofer: "Un superG difficile, meglio per me..Gli altri anni preferivo rimanere a casa, questa pista non mi andava giù, meglio i biscotti di Natale sul divano. Quest’anno però la musica cambia..". Scherza, è sereno il finanziere di Gais, consapevole di poter fare una grande gara. Lo aspetta nella finish area Max Carca: "Due i punti salienti della pista. Una doppia sul muro di Socher dove è importante fare bene le linee per prendere velocità, quindi il Ciaslat, da sciare come in gigante. E’ davvero molto mosso, ondulato, sembra Adelboden..". Ore 12.15 si parte.

Articolo precedenteLa notte prima del superG
Articolo successivoOre 12.15, 43
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...