Il 28 febbraio si discute il ricorso Morzenti

25
1086

Fissata la data della prima riunione del Consiglio di Stato

Il Presidente della VI Sezione – Ufficio Affari Giurisdizionali, Giancarlo Coraggio, ha fissato per il 28 febbraio la discussione in Camera di consiglio del ricorso presentato al Consiglio di Stato dall’ex presidente della FISI Giovanni Morzenti contro la decisione del TAR del Lazio. Il TAR aveva giudicato inammissibile il ricorso contro la sentenza di annullamento dell’Assemblea elettiva FISI dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva del CONI. Il comportamento del TAR del Lazio, a giudizio degli avvocati di Morzenti, affrontando anche questioni di merito, risulterebbe illegittimo, in base anche a un precedente pronunciamento della Corte dei Conti. Inoltre il TAR non avrebbe ritenuto di censurare la decisione dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva, che aveva ammesso e fatti propri elementi che non erano stati presentati, in primo grado, nell’esposto del SAI di Roma. «Sono fiducioso – ha dichiarato Giovanni Morzenti – che il Consiglio di Stato saprà serenamente valutare le ragioni del diritto contro decisioni che, invece, appaiono fondate solo su una discutibile interpretazione del regolamento elettorale, che ha di fatto sottratto la gestione della FISI a coloro che erano stati voluti in quel ruolo dalla maggioranza dei tesserati».
 

Articolo precedenteRavetto, il punto dopo Chamonix
Articolo successivoElena, un quinto posto che vale
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

25 COMMENTI

  1. p.s. comunque il sai roma non esiste il sai è uno sci club come tanti altri ed è a carattere nazionale e si gestisce e si muove su tutto il territorio ma le sue radici lo legano da sempre a Milano cosa dira' oggi…??? che dietro di lui c'e' franco "mani in pasta" Frattini

  2. MI spiace pass69 ma non è cosi'che stanno le cose nel mio comitato informati prima di parlare a sproposito… Giordani è dalla parte di Conci ma Noris non lo e' per niente anzi… prova a sentire che aria tira a Bergamo Milano Brescia Sondrio vorro' vedere quando ci saranno da tirare le somme cosa combineranno in consiglio regionale il quale, dovrà dare delle indicazioni di voto. Dico indicazioni perchè poi saranno gli sci club a votare e allora si che ne vedremmo delle belle… Comunque stiamo TUTTI "tranquilli" perche' il 28 febbraio il consiglio di stato dira' di si a Morzenti accogliendo il suo ricorso e tutto tornerà come prima ci piaccia o no!!!

  3. Quanto movimento c'è sotto….pazzesco…altro che volontariato…Vorrei sapere quanto è grande e cospicuo l'interesse per far muovere così tanto MAROCCO…BORTOLUZZI…ecc…Ah dimenticavo che il loro idolo sta per essere defraudato e di conseguenza anche loro stanno per perdere di credibilità….propongo una cosa ai due Presidenti… se anche voi come tutti i fedeli a Morzenti lasciaste libera la poltrona che vi scalda così tanto in questo gelido inverno….forse tutti noi degli sci club ne guadagneremmo…!!!!
    Del resto quando una squadra così affiatata come la vostra arriva al capolinea forse è meglio metterla a riposare….

  4. Ma tidiesse lo sa che in realta sono gli sci club a stare "sotto" i comitati e non il contrario come dovrebbe essere? Il Com. Lazio e' probabilmente totalmente prostrato a Morzenti ed al suo adepto laziale Checchi, fedelissimo consigliere federale, assieme ai vari BortoluzI, Marrocco erc. etc. Vi pare che il SAI sarebbe stato supportato dal Comitato per questa causa ? Ha fatto bene ad andare avanti da solo ed evidentemente il fatto che conti come il due di spade conta poco di fronte ad una giustizia giusta! i Comitati frenano e bloccano il malcontento dei club, non lo supportano! Ed e' per questo che tutti i club dovrebbero svegliarsi ed andare a votare con coscienza per cambiare i vertici di una federazione troppo incollati nelle poltrone di via piranesi. Il Sai Nazionale ha promosso proprio per oggi a Milano una iniziativa per contribuire all'elaborazione di un programma per un futuro migliore della nostra Federazione; un passo importante ed impegnativo per questo appuntamento che io non mancherò. Vieni anche tu Talian, magari daremo il nostro piccolo contributo.

  5. scusate ma non intendo offendere nessuno, se qualcuno si è sentito offeso per il carattere maiuscolo mi scuso di nuovo…per tornare sul Sai Roma voglio semplicemente dire che suona strano il fatto che vada in Alpicentrali per il suo incontro al centro del COVO dei morzentiani spalleggiato da chi…??? Dall'altra parte ci sono, Noris Giordani e i più grossi sci club (Radici Brixia Lecco Rongai Goddi) che già hanno preso contatti con Conci la cui moglie è amica del presidente Giordani . La settimana prossima Conci la passerà in lombardia cominciando da Bergamo punto cruciale della passata campagna elettorale. E il nostro "scaltroroberto" Bortoluzzi inviperito perchè scavalcato dal suo vicino Conci, sta prendendo accordi con "l'amorfopietro" Marocco di fatti a Milano in occasione della gara di coppa del mondo erano al tavolo insieme a Morzenti e a qualche presidente provinciale Bergamo Piacenza Varese Mantova. La "so ma non so" Claudia pero' non ha digerito questo incontro dove lei non c'era ma già alla sera sapeva tutto grazie ai sui due fedeli vice Buffone/Bazzasi sempre uno contro l'altro ma uniti quando ci sono poltrone all'orizzonte…

  6. … GUARDATE CHE LA FIS NON HA CACCIATO FUORI NESSUNO TANTO MENO MORZENTI MA LO HA SOLO SOSPESO QUINDI SEMMAI DOVESSE VINCERE IL SECONDO APPELLO DI GIUDIZIO, SULLA SUA VICENDA PERSONALE, MORZENTI TORNEREBBE NEL CONSIGLIO FIS CON TUTTI I SUOI DIRITTI…

  7. Gent.mo Sig. Tidiesse, lasci stare il SAI…cosa mi dice della FIS? Perchè la FIS ha preteso le dimissioni di Morzenti ben prima che il SAI entrasse in scena? Forse non capiscono nulla? Forse sono guidati da considerazioni poco etiche? Perchè Morzenti ha dato subito le dimissioni in FIS e si è ben guardato dal darle in FISI?? Questa è la vera domanda! Lo può considerare un comportamento etico questo? La domanda è semplice, una risposta onesta forse un pò meno?

  8. Caro Tidiesse vista la tua grande esperienza in campo dovresti, non solo attendere la sentenza del C. di stato, ma sperare che venga applicata la norma approvata dal CONI per i CONDANNATI….Così finalmente potrai riavere fiducia nelle Istituzioni e soprattutto potrai rinnovare quella tessera che tanto hai amato…!!Credo che anche tu convenga sul fatto che ci vuole gente pulita per uno sport pulito…!!!!

  9. Si, è una vergogna,una cosa incredibile, che un club che nel firmamento dello sci italiano, conta come il due di spade nel gioco a briscola, ben spalleggiato da per-
    sonaggi politici, che potrebbero spendere meglio il loro tempo,possano creare allo
    sci italiano danni che al momento non sono forse valutabili. Avesse fatto ricorso Ghilardi, ovvero colui che nel 2010 si è misurato con Morzenti, non avrei trovato
    nulla da dire, ma Ghilardi, da vecchio e navigato sportivo, si è comportato da signore, ha accettato il responso delle urne. Forse non sarebbe successo nulla se
    un certo Tomasi, non fosse stato giubilato dal Consiglio Federale uscito dall'Assemblea elettorale del 2010. Ma questo signore, che su una nota Rivista del-
    lo sci, si autoincensa in modo quasi patetico, perchè non ha sfidato Morzenti quando questi si propose di risanare la Federazione, dal disastro finanziario crea-
    to dagli amici degli amici di Tomasi ? Se ne stette cheto cheto, ma se è tanto capace, se ha un minomo di coraggio, perchè non sfida il giudizio dei Presidenti di Club, che, da sempre, rappresentano la spina dorsale della Federazione.
    Se il Consiglio di Stato, a differenza diu quanto possa aver fatto il Tar del Lazio, si limita alla sola lettura del ricorso predisposto dai legali di Morzenti,
    non può che rimettere in sella colui che è stato defenestrato dall'Alta Corte di Giustizia del CONI, nelle forme e nelle maniere ormai a tutti note.
    Chi è senza peccato, scagli la prima pietra, disse Gesù a coloro che pretendevano
    di lapidare la Maddalena. E' così sicuro il CONI, che pretende di emanare norme
    di carattere etico, di essere senza peccati, io qualche dubbio ce l'ho.
    Ho dedicato, come ebbi a precisare in altre occasioni, buona parte della mia vita allo sci, ho dedicato 30 anni al mio club, altri 20 al mio Comitato Regionale. Ho
    lavorato fianco a fianco con i Presidenti di Club, in quanto conscio che la vita della Federazione dipendeva principalmente da loro, da quei Presidenti che negli anni hanno saputo produrre Campioni dei calibro di Giorgio e Manuela Di Centa,
    Silvio Fauner, Roberto Cecon, Gabriella Paruzzi ed il più recente Alessandro Pttin.
    A chi mi è succeduto alla guida del C.R. FVG, ho raqccomandato di avere sempre un occhio di riguardo per i Presidenti di Club, senza di loro non si va da nessuna parte. La mia prima tessera FISI porta la data del 1951, l'ho sempre rinnovata, nonostante la mia non più verde età (sono vicino agli 80), quest'anno ancora non l'ho fatta, sono disgustato, credo che attendero la sentenza del C.di Stato, fiducioso che possa ridarmi quella fiducia nelle Istituzioni che in questo momento ho perso

  10. Forse è meglio che una volta per tutte che DICIAMO BASTA A MORZENTI…..BASTA AI PRESIDENTI REGIONALI (Piemonte e Veneto in primis) che continuano ad appoggiarlo….BASTA siamo stufi di certa gente….ORA O MAI PIU'….

  11. il SAI ROMA C'ENTRA DAL MOMENTO CHE QUALCUNO PROPONE IL 9 FEBBRAIO COME DATA DI SVOLTA…!!! SOLO PERCHE' IL SAI ROMA VA A MILANO PER SPIEGARE…??? COSA…??? CHE DIETRO C'E' FRATTINI/COPPI ??? SAI ROMA LAZIO… GLI SCI CLUB LA SMETTANO DI COMMENTARE LA VICENDA MORZENTI MA FACCIAMO PROPOSTE SERIE E CONCRETE E LA SMETTANO I PRESIDENTI DI SCI CLUB (SCI CLUB RADICI) DI ANDARE IN UDIENZA PRIVATA DAI PRESIDENTI REGIONALI (CLAUDIA GIORDANI) E PARLARE PER 2 ORE CHIUSE NEGLI UFFICI DELLE ALPICENTRALI PRIVATAMENTE PER FARE I SUOI ACCORDI SOLO PERCHE' VISTO CHE LA VOTATA SI SENTE IN DOVERE DI SCAVALCARE I COMITATI PROVINCIALI E GLI SCI CLUB DELLA PROPRIA PROVINCIA… IPOCRISIA E GUSTO PER GLI AFFARI!!!

  12. Cosa c'entra il Sai di Roma? Qui si è semplicemente detto che è ora che gli sci club facciano sentire ai loro comitati la loro opinione su come stanno gestendo la vicenda Morzenti. Non so se qualcuno se ne rende conto ma la all'estero (leggi FIS) ci guardano e ridono… Noi invece dovremmo piangere!!

  13. SCUSATE MA NESSUNO DEVE FARE PROPOSTE IL 9 DI FEBBRAIO ALL'INCONTRO CON IL SAI ROMA MA BISOGNRA' ASCOLTARE COSA DIRANNO DISCUTENDO SUL PERCHE' E PER COME. PER ALTRO IL SAI ROMA NON E' LA FEDERAZIONE MA E' UNO SCI CLUB COME TANTI ALTRI E QUINDI LA BASE, E PER ESPRIMERSI DEVE USARE LE SEDE OPPORTUNE I PROPRI COMITATI PROVINCIALI CON GLI SCI CLUB DEL PROPRIO TERRITORIO CHE PIACCIA O NO ALTRIMENTI COSì NON CAMBIERA' NIENTE. NELLE PROVINCE DEL COMITATO ALPICENTRALI GIA' SI MUOVONO COSì E SONO GLI SCI CLUB CHE PORTANO I NOMI, LI VALLIANO LI DISCUTONO E LI APPROVANO ED INSIEME AL COMITATO REGIONALE LI CONFRONTERANNO CON GLI ALTRI COMITATI REGIONALI. POI POTETE DIRE TUTTO QUELLO CHE VOLETE MA E' COSI' CHE BISOGNA FARE…

  14. E' tutto semplicemente vergognoso. Faccio un appello ai tesserati che leggono. Richiedete ai vostri sci club che scrivano ai loro comitati dicendo di piantarla di appoggiare un personaggio condannato che il coni e soprattutto la FIS non vogliono…. Basta !!!!

  15. E' così, per amore si lotta fino in fondo….il problema è che ad amarlo sono sempre i soliti….ogni tanto cambiare non fa male….Che reality stiamo vedendo….la storia di un Re che vuole a tutti i costi riavere la Corona che gli e' stata tolta, con un pugno di SUDDITI (i nomi si sanno…) che lo vogliono aiutare….forse bisognerà chiedere aiuto a Robin Hood…!!!! No… lui rubava ai ricchi per dare ai poveri e non viceversa…!!!! Quindi chi potrà aiutarlo…????

  16. Non capisco una cosa: se anche (quando?) il Consiglio di Stato dovesse dare ragione all'ex presidente nello stesso momento in cui fosse reintegrato nel ruolo decadrebbe… per cui a cosa serve tutta questa pantomima? Ah, amore per la Federazione… dimenticavo…