I ragazzi non ci stanno

0
1253

Gli slalomisti bocciano l'inserimento del City Event nella Coppetta

City Event manifestazioni valevoli per la Coppa del Mondo di slalom: aspettiamo di vedere la decisione definitiva della FIS, ma intanto ci sono i primi commenti a riguardo e non sono certo positivi, soprattutto da parte degli atleti. Abbiamo chiesto ad alcuni slalomisti azzurri il loro parere.

PER DEVILLE LA FIS NON HA CONSIDERATO GLI ATLETI – «Innanzitutto continua essere sbagliato il principio di scegliere sempre ogni cosa sulla testa degli atleti. La FIS non ha preso in considerazione al momento le nostre perplessità. Cosa penso dei City Event? Che semplicemente non devono far classifica nella Coppa di slalom. E poi la sicurezza…tutto tranne sicuri sono i Paralleli».

PER THALER PROBLEMA SICUREZZA –  «La FIS deve insistere con questa formula di gare, possono essere davvero utili per la promozione dello sci nelle città europee. Ma con lo slalom secondo me non c’entrano proprio niente. E’ un’altra disciplina, al massimo che inseriscano le porte da slalom…E poi attenzione, c’è il problema sicurezza che non è di poco conto».

PER MOELGG NON SONO SLALOM – «Dovrebbero al massimo fare un circuito con i City Event e poi stabilire una Coppa di disciplina. I Paralleli non sono assolutamente degli slalom, un errore inserire queste manifestazioni nella Coppa del Mondo di disciplina»