I discesisti lasciano Wengen

0
79

I commeti degli azzurri

I discesisti lasciano Wengen. Christof Innerhofer è soddisfatto della sua prova: "Sono contento della discesa di oggi. L’anno scorso ero trentesimo, oggi invece settimo. La discesa è una disciplina particolare, in cui è importante conoscere i pendii. Io sto facendo esperienza su questi tracciati dove i miei colleghi corrono da più tempo. Il settimo posto mi rende felice. Adesso due giorni a casa e poi via alla volta di Kitz". Werner Heel stava facendo una grande gara. "Peccato, dalle analisi ho visto che prima di quell’errore ero a un decimo da Sullivan che poi ha fatto podio. Il Lauberhorn? Una pista fantastica, davvero emozionante. E poi il tifo e la moltitudine  di gente presente di da sicuramente una marcia in più". Chiude Gianluca Rulfi, il responsabilie della velocità azzurra: "Nella parte alta abbiamo interpretato male il tracciato portando fuori poca velocità dalle prime curve. Bene ancora Inner e peccato per Werner, era da podio o da quarto posto. Era appaiato con Sullivan fino all’errore. Forse è da Staudi che mi aspettavo qualcosa di più, anche se ha pagato ieri la scarsa visibilità nella prova più importante"

Articolo precedentePrimi punti in Coppa Europa
Articolo successivoFesta per due ad Altenmarkt
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...