I convocati per Sestriere

0
87

Omar Longhi, Wolfgang Hell e Hagen Patscheider in Coppa del Mondo

A fine gara Matteo Guadagnini in accordo con il direttore tecnico, Claudio Ravetto ha comunicato i tre atleti che completeranno il contingente azzurro per Sestriere. Oltre a Max Blardone, che ha fatto l’apripista al Monte Pora staccando il miglior tempo totale ed infliggendo a Ploner oltre un secondo e mezzo, Davide Simoncelli, Manfred Moelgg, Alexander Ploner, Peter Fill, Christof Innerhofer, convocati anche Omar Longhi, Wolfgang Hell e Hagen Patscheider. “Longhi è stato convocato forte del secondo posto in Andorra e Hell per la stagione davvero positiva in gignate. Poi volevamo portare un giovane e Hagen ha ben figurato. Gufler? Lui avrà addirittura la possibilità di correre il prossimo anno in quanto è vicino a fare il posto fisso”. Sulla gara di Coppa Europa, il coach di Predazzo è stato molto attento: “Ho visto bene gli austriaci. Sono invece gli svizzeri che mi hanno deluso. I nostri? I giovani sono un po’ in ritardo e i più vecchi devono osare di più. Guardate gli austriaci, si scannano per la vittoria non per il sesto posto”. Raimund Planker, il coach responsabile della Coppa Europa commenta: “Ploner sta attraversando un momento di forma eccellente. Gli altri hanno sbagliato un po’ tutti nella seconda. Quello che stava facendo un garone è Hagen Patscheider. Alla fine è giunto quindicesimo, ma si è fermato nella seconda”. Infine il commento del finanziere Omar Longhi che fa i bagagli per Sestriere: “Spero di trovare bello duro, quest’anno mi esalto sul ghiaccio”. Domani intanto sulla Cima Pora c’è lo slalom.

Articolo precedenteTutti di nuovo in pista
Articolo successivoRazzoli, prima vittoria in Coppa Europa
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...