I big canadesi in pista con caschi e protezioni Dainese

0
1059

Guay, Kucera, Hudec e Osborne-Paradis entrano nel team Dainese

Importante news nel settore delle forniture tecniche di alto livello. Infatti Dainese non poteva festeggiare nel modo migliore l’inizio della stagione agonistica che annunciando alla vigilia dell’appuntamento di Coppa del Mondo di Lake Louise in Canada la firma di un importante accordo proprio con la Federazione Canadese, che si è avvicinata all’azienda vicentina in virtù della qualità e all’altissimo livello in termini di sicurezza dei caschi e delle protezioni. In questo modo Dainese aggiunge al suo nutrito team di atleti quattro nomi di tutto rispetto nello scenario internazionale: Erik Guay, attuale campione del mondo in carica di discesa libera, Manuel Osborne Paradis, 9 podi in Coppa del Mondo in carriera, John Kucera, campione del mondo di discesa libera nel 2009 e 3 podi in carriera di Coppa del Mondo, e Jan Hudec, medaglia d’argento ai Campionati mondiali di discesa libera 2007. Quattro ‘punte di diamente’ che hanno deciso di utilizzare casco e protezioni Dainese. Tutti e quattro saranno inoltre coinvolti nella raccolta dati per l’importante progetto che Dainese sta sviluppando in collaborazione con la FIS: il D-air Ski. Infatti è ormai notizia nota che, proprio per i risultati raggiunti nel mondo delle competizioni motoristiche, la Federazione Interazionale Sci ha chiesto a Dainese di studiare l’applicazione della tecnologia air bag allo sci alpino di alto livelllo. L’apporto degli atleti del team Dainese è fondamentale per la raccolta dati e per lo sviluppo dei vari stadi del progetto.

Articolo precedenteA Zinal vince Caveziel
Articolo successivoRulfi e la paura di una gara 'lotteria'
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...