Hintertux, 'simulazione gara' per le gigantiste

0

La squadra di Magoni si prepara per Soelden. Ultimo giorno in Austria

Mancano solo 18 giorni alla prima gara della stagione di Coppa del Mondo femminile, il classico gigante sulle nevi di Sölden, in Austria. Prima di provare (si spera) la pista sul Rettenbach, come un anno fa, le ragazze azzurre stanno rifinendo la preparazione a Hintertux, in Austria, dove si trovano da una settimana. 

PAROLA A LIVIO – «Lunedì abbiamo simulato due gare da due manche – ci dice Livio Magoni, responsabile del team – con ricognizione, tecnico in partenza, insomma, come se fosse Coppa del Mondo vera, per iniziare ad abituarci al lavoro da fare durante la stagione e abituare le atlete alle persone in pista e in partenza. Orari uguali identici a quelli di Sölden, così come la tracciatura, da 26m regolari, come dovrebbe essere sul Rettenbach con allungamento a 27 nel finale. Poi, abbiamo cambiato tracciato, effettuando la ricognizione e ‘simulando’ anche la seconda manche. Tutto è filato liscio, l’ambiente è positivo, bello, con la tensione giusta, da gara». 

PROGRAMMA – «Oggi, martedì 7 ottobre, faremo il bis sempre qui a Hintertux, spostandoci però su un’altra pista, utilizzando la ‘41’, dove ci sono più cambi di pendenza. Nadia Fanchini e Marta Bassino effettueranno solo la ‘prima simulazione di gara’, per tenere sotto contro le condizioni fisiche, nel caso della bresciana, mentre  come al solito non vogliamo caricare la cuneese di troppo lavoro vista la giovane età, 18 anni. Poi arriverà il rompete le righe per tutte, abbiamo fatto un bel periodo e siamo pronti per l’esordio stagionale. Dobbiamo solo rifinire il tutto sulla pista di gara il 17 e 18 ottobre, poi saremo ok».  

 
 

Articolo precedenteAssoluti a Tarvisio, Giovani a Pila
Articolo successivoRulfi: 'Davvero un peccato non gareggiare a Bormio'
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine