Hanna Schnarf ad un passo dal sogno

1
79

Quarta a 11 centesimi dal bronzo

Quando arriva nel parterre alza le braccia come se avesse vinto. Hanna Schnarf sorride: «E’ vero, quando ho tagliato il traguardo ho visto il tabellone: ero quarta, il mio migliore risultato in superG. Solo dopo ho capito che avevo perso la medaglia per 11 centesimi: peccato. Ho sciato bene: in discesa non mi ero piaciuta, in supercombinata ho fatto qualche errore di troppo, in superG mi son detta, Hanna molla gli sci e non pensarci. Ero veloce, ho sbagliato solo nella ‘parabolica’ dove sicuramente ho ‘lasciato’ qualcosa». Un grande risultato per un’atleta che a queste Olimpiadi è stata messa in squadra solo dopo l’infortunio di Nadia Fanchini, visto che non era stata convocata, nonostante un piazzamento negli otto in supercombinata. «Questa cosa mi ha dato davvero una carica maggiore perché volevo dimostrare di meritare queste gare».

1 COMMENTO

  1. Voglio essere provocatore: questo risultato mi fa pensare che i criteri di selezione non vanno bene, perchè fare un ottavo posto in dicembre non significa andare forte in febbraio, quindi bisogna dare qualche chance a chi è in forma a febbraio.