Gut: ‘Il nuovo materiale ci ha ‘spinto’ in Sudamerica’

Lara dal Cile: «Tecnicamente abbiamo svolto un buon lavoro»

0

Un mese suddiviso a metà tra Argentina (per lavorare in gigante e slalom, a Ushuaia) e Cile (dove si trova ora, per testarsi in velocità a La Parva). Dopo l’estate 2014 trascorsa interamente a Zermatt, Lara Gut, ticinese, classe ’91, 12 vittorie in Coppa del Mondo, 3 argenti e 1 bronzo mondiale, 1 bronzo olimpico, con il suo team, quest’estate ha deciso di tornare in sudamerica per i motivi che lei stessa ci spiega direttamente dal Cile, dove si fermerà per i prossimi 15 giorni.

EMISFERO SUD – «Abbiamo sciato due settimane a Ushuaia fino a domenica scorsa – dice proprio Lara – e lunedì ci siamo spostati in Cile; tre giorni di recupero a Viña del Mar, poi da domani, sabato 5 settembre, ricominciamo a sciare a La Parva per due ulteriori settimane. Ushuaia, la neve invernale e i vari pendii ci hanno permesso di fare un buon lavoro sia in gigante che in slalom. Ho potuto adattarmi al materiale in condizioni diverse e conoscerlo meglio: tecnicamente abbiamo svolto un buon lavoro».

SCOPO – «L’obbiettivo di Ushuaia era lavorare su gigante e slalom, sia a livello di materiale che tecnico. In Cile desideriamo svolgere lo stesso tipo di lavoro, ma sulle discipline veloci. Sono convinta che variare i terreni di allenamento sia molto importante, così come cercare nuovi stimoli nella preparazione estiva; proprio il cambio di materiale ci ha spinto a tornare in Sudamerica, così da poter trovare delle condizioni invernali sulle quali provare gli sci prima delle gare».

//

Gracias Ushuaia! It was a pleasure ? #BellaUshuaia
Posted by Lara Gut on Domenica 30 agosto 2015

Articolo precedenteAperte le iscrizioni al memorial Fosson 2015
Articolo successivoFill, ecco il video degli allenamenti in Cile
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine