Guadagnini: "Una scelta ponderata"

4
284

Eisath, Ploner e Gufler in pista a Soelden, 'Branda' esordirà negli Usa

Attendevamo per questa sera i nomi delle ragazze azzurre per Soelden, invece sono arrivati quelli del contingente maschile. Le condizioni meteo avverse hanno impedito al team di Matteo Guadagnini di svolgere un test cronometrico attendibile. Motivo per cui, insieme al dt Ravetto, si è optato per una scelta ‘a tavolino’. Ai titolari certi (Blardone, Moelgg, Simoncelli, Schieppati, Fill e Innerhofer) sono quindi stati aggiunti Gufler, Ploner ed Eisath, mentre resteranno a casa Roberto e Longhi.
«Abbiamo pensato alla decisione da prendere, quindi si è pensato, in assenza di un vero test cronometrico, di privilegiare questi tre atleti. Eisath sta molto bene, sia fisicamente che sugli sci, e fa anche parte del gruppo Coppa del Mondo, quindi in un certo senso gode di un leggero occhio di riguardo. Gufler e Ploner hanno chiuso bene la stagione scorsa e meritano ancora una chance». Matteo ha avuto parole anche per i due esclusi. «Longhi ricomincerà dalla Coppa Europa dove potrà mostrere il suo valore, mentre con Roberto abbiamo deciso di comune accordo di lasciar perdere questa gara, dato che negli anni passati non ha mai digerito molto il Rettenbach e si è fatto male per due volte. Così tornerà in pista a partire dalla trasferta americana. Conto sul ‘Branda‘ perché sta andando molto forte e guardando il cronometro era forse quello che meritava di più la convocazione».

I gigantisti già stasera rientrano a casa, torneranno in Austria lunedì, a Pitztal, per l’ultimo allenamento. Proprio da Pitztal, dove sotto la neve, c’è la squadra femminile, è arrivata la fumata grigia sui nomi per il primo gigante. Karbon, Moelgg, Putzer, Gius e Alfieri ovviamente non si discutono. Dopo il test di oggi si aggiunge Giulia Gianesini, mentre Irene Curtoni, Chiara Costazza e Nadia Fanchini si ‘giocheranno’ gli ultimi due posti solo tra qualche giorno.
 

Articolo precedenteSoelden sotto la pioggia
Articolo successivoBode Miller parte forte
Davide Marta
DIRETTORE EDITORIALE - Classe 1974, piemontese, maestro di sci, ex-atleta dello sci alpino. È il fondatore della rivista e da oltre vent'anni se ne occupa, dapprima sul campo in prima persona, ora come coordinamento e pubblicità

4 COMMENTI

  1. :opeccato per longhi!! uno che da veramente del tu allo sci, speriamo che subito in coppa europa si faccia valere tanto da riacquistare subito fiducia e riprendere il cammino in coppa del mondo…. gli altri?? bhe onestamente spero che fill si ritrovi perchè lo merita, quanto al blardo….. gran bel sciatorino grande tecnica ma zero testa ed in coppa serve anche quella!!!:o

  2. Ciao Matteo. non vorrei esser frainteso. Schieppa e Simo non si discutono. :|Ploner è un ottimo sciatore che in carriera ha avuto problemi fisici. Parlavo del futuro della squadra, che mi sembra un po' incerto, dato che i giovani non mi sembrano troppo 'attrezzati' . Ricorrere a dei '78 per completare il contingente, per bravi ed esperti che siano, non credo sia sinonimo di salute in questa disciplina.

  3. Mah… secondo me si può si dire che Simoncelli e Schieppati sono stati un pò acciaccati ma questo non vuol assolutamente dire che siano finiti oppure sciatori di serie "B" anzi… sono convinto che ora che certi acciacchi sono passati potranno nuovamente esprimere al pieno il loro potenziale e torneranno protagonisti, Blardone e Moelgg ok e dire di "ricorrere" d uno come Ploner lo trovo quantomeno azzardato visto quello che ha dimostrato la stagione scorsa ad Adelboden… poi tra poco più di una settimana vedremo cosa succede…

  4. Innanzitutto saluto tutti, mi sono appena registrato ed è il mio primo 'intervento'. E' la mia impressione o lo squadrone di gigante di qualche anno fa si è ridotto a Blardone e Moelgg, con Simoncelli e Schieppati un poì acciaccati. Mi sembra che nessun nome nuovo venga fuori da sotto, se dobbiamo ricorrere a Gufler e Ploner. La scuola italiana dei gigantisti è in crisi? Anche in Coppa Europa non mi sembra che ci siano grandi 'lampi' di talento.