Goggia, sugli sci ad agosto

0
1398

Maratona Live – La bergamasca ha corso il 'Sella Ronda'

Alla Maratona Dles Dolomites in griglia c’era anche Sofia Goggia, classe ’92, azzurra ferma per infortunio. La bergamasca si è cimentata nel percorso di 55 chilometri, il ‘Sella Ronda’. Eccola a Corvara all’arrivo che, dopo aver ripreso il fiato, ci racconta come sta andando il recupero: «Quattro mesi sono passati dall’operazione e il recupero è progredito secondo la norma. Nei primi due mesi ho lavorato sotto le direttive dei miei fisioterapisti, Matteo Benedini e Roberto Galli, che vorrei particolarmente ringraziare. Successivamente, nei limiti delle mie possibilità, ho anche iniziato a integrare il solito lavoro atletico di fondo aerobico, propriocezione e stabilizzazione. A fine luglio sosterró i test di forza che poi invierò ai dottori Andrea Panzeri ed Herbert Schoenuber, che ringrazio per la disponibilità che mi hanno sempre dimostrato. Gli sci li rimetteró ad agosto, poco dopo la metá. Non serve affrettare i tempi perché poi magari non si recupera al meglio. Il mio obbiettivo per la prossima stagione è quello di stare bene fisicamente: quando sto bene poi tutto il resto dovrebbe venire da solo, come si è gia dimostrato negli anni passati. Sono ancora in B, nella squadra di Alberto Ghezze, anche se comunque, una volta recuperato, gareggerò anche in Coppa del Mondo nelle discipline in cui mi sono guadagnata il ‘posto fisso’. Per le discipline tecniche invece gareggerò di sicuro in Coppa Europa». Infine Sofia ci racconta della sua prima Maratona Dles Dolomites: «Davvero una gara affascinante, buona la prima dai…sono undicesima donna nel percorso ‘Sella Ronda’».

Articolo precedenteBaruffaldi vuole crescere
Articolo successivoGhedina, dallo sci al kart
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...