Gli austriaci puntano in alto

0
167

Questa mattina il team maschile ha scalato il Grossglockner a quota 3798

Sul sito della federazione austriaca abbiamo appreso di un allenamento un po’ particolare per gli atleti del team di slalom gigante e per quello di combinata. Infatti, accompagnati dal coach Andreas Puelacher e dal preparatore atletico Roland Brunner, questa mattina alle 5.45 Goergl, Noesig, Reichelt, Scheiber, Schoerghofer e Sieber hanno iniziato la loro ascesa dallo Stüdlhütte, dove avevano pernottato, risalendo lo Stüdlgrat per raggiungere infine la vetta del Grossglockner a quota 3798 metri. Si tratta della cima più alta delle Alpi austriache. A giudicare dalle sue parole, per il coach Puelacher quella sul Grossglockner è stata più di un’impegnativa ascesa alpinistica. «La maggior parte dei ragazzi non avevano esperienze in questa disciplina e questa salita rappresentava per loro la prima esperienza. È stato divertente e affascinante scalare questa montagna: è stato un allenamento con validi risvolti dal punto di vista fisico e psicologico, ma soprattutto sotto il profilo del ‘ìteam building’». O spirito di gruppo, che dir si voglia. «Grazie alla presenza di una guida alpina mi sentivo molto sicuro – ha commentato Stefan Goergled è stata un’esperienza eccitante per tutto il team. È stato un modo insolito per concludere questo stage di preparazione atletica». Molto soddisfatto anche Hannes Reichelt. «Dopo aver scalato il Grossglockner ho cancellato un punto dalla mia personale ‘to do list’. È qualcosa che volevo assolutamente fare in vita mia e abbiamo anche azzeccato una giornata bellissimaì». Ora un po’ di vacanza, poi la squadra austriaca si radunerà per un training tecnico sul ghiacciao di Soelden la prossima settimana.

Articolo precedenteGigantisti a tutto campo
Articolo successivoChiara Carratu, la prima napoletana in azzurro
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...